Archivi tag: Festivaletteratura

Dal blog a… Mantova

copertina2013C’è un legame molto forte quest’anno tra il blog dei gruppi di lettura e il Festivaletteratura di Mantova. Intanto scorrendo l’elenco degli ospiti non si può non pensare alle molte discussioni appassionate su romanzi molto sentiti e scandagliati.

Perché ci sarà Andres Neuman, l’autore di Parlare da Soli.
E poi Mathis Enard con il suo Parlami di Battaglie, di Re e di elefanti, e  Margaret Drabble, l’autrice di L’Ostacolo di Rosamund.
Continua a leggere

Il “mio” Festivaletteratura Mantova 2011- parte nona: il vocabolario europeo

Ed ecco una nuova  puntata del reportage di X. da Mantova 2011

Vocabolario europeo è una delle iniziative interessanti del Festivaletteratura di Mantova, che anche quest’anno ha chiesto agli autori di regalare una parola della propria lingua, di suggerirne al pubblico significato, sfumature, suggestioni da inserire in un ideale vocabolario condiviso.
Continua a leggere

Il “mio” Festivaletteratura Mantova 2011- parte settima: Marcela Serrano

Il settimo intervento del diario di Xochitl2 da Festivaletteratura, Mantova

di Xochitl2| Come già dicevo in un post precedente il festival 2011 aveva un taglio meno letterario del solito e per di più, nel mio caso, non c’era nessuno scrittore per il quale dire “questo non voglio perderlo assolutamente”.
Continua a leggere

i GdL a Mantova il 6 settembre

cari compagni di lettura, guardate nella vostra agenda: c’è un appuntamento che ci riguarda : sabato 6 settembre alle 12.15 ci aspettano in Piazza della Concordia. Portate le vostre esperienze, la vostra curiosità e soprattutto voi e magari i vostri amici, parenti, animali, libri… e una matita gialla per farvi riconoscere!
La nostra amica di mantova ha lavorato per noi e ci ha preparato una sorpresa che, sono sicura, gradiremo molto.
Intanto la ringrazio, la nostra Lettoreambulante, a nome di tutti noi.

noi, da Cervia ci saremo. a prestissimo
Bianca
biancaverri@gmail.com

gruppi di lettura a Festivaletteratura

eccomi qui finalmente e scusate il ritardo.

Quello che compare in fondo al programma cartaceo negli eventi collaterali è questo:

PICCOLO RADUNO DEI LETTORI

I lettori di tutta Italia che fanno parte di un gruppo di lettura presenti a Mantova in occasione del Festival si incontrano per conoscersi e scambiarsi programmi e progetti. Ci sarà un ospite a sorpresa che parlerà della lettura condivisa. L’appuntamento è in piazza Concordia sabato 6 alle ore 12.15. 

Luogo, orario e ospite ci sono. Adesso dobbiamo trovare un modo per riconoscerci e portare il materiale che abbiamo. Sto organizzando per avere qualcosa da mangiare e bere insieme e poi via! ognuno riparte per seguire i suoi eventi.

Festivaletteratura 12esima edizione

Anche quest’anno le strade di Mantova saranno inondate di libri, lettori, scrittori e tutto ciò che ruota alla parola scritta, detta, rappresentata.

L’appuntamento è da mercoledì 3 a domenica 7 settembre, il programma come sempre molto ricco per sfamare tutti i palati (anche quelli dei più piccini…) è uscito da qualche giorno e lo trovate qui. Le iscrizioni sono aperte dal 27 agosto per i soci Filofestival e dal 29 agosto per tutti.

L’anno scorso il Festival è stata anche un’occasione di incontro tra lettori del blog, per dare un volto a nomi e pensieri letti, e per discutere di libri a quattrocchi, magari davanti ad un caffè in una pausa tra un evento e l’altro. Ripetiamo l’esperienza anche quest’anno? Io ci sono!

Angoli concavi e convessi di Festivaletteratura

Tornata ormai da due settimane da Mantova, finalmente trovo il tempo per raccontarvi un po’, lasciando spazio alle voci minori, perchè Festivaletteratura non è solo incontro con grandi autori, ma molti angoli da scoprire. Eccone qui alcuni scelti per voi. Sperando siano buoni motivi per farvi venir voglia di farci un salto l’anno prossimo…L’atmosfera – indescrivibile – è davvero contagiosa, difficile uscirne indenni, senza lasciarsi catturare. Ma ne vale la pena!

Libri e mostarda

La città trasuda letteratura: da ogni vetrina sbocciano libri, anche nei negozi di gastronomia, che venerdì sera proponevano in diverse strade del centro specialità mantovane (salame, grana, ciccioli, torta sbrisolona) accompagnate da buon vino. Per non dimenticare né il corpo, né lo spirito.

giocare a mantova

Anche i bimbi sono benvenuti al festival! Alla sera nelle piazze si gioca; e poi ci sono eventi pensati apposta per loro, con o senza grandi. Approfittando di uno di quest’ultimi ho scoperto così “dove finisce la cacca degli astronauti”, grazie alle risposte di Umberto Guidoni, ma soprattutto alle domande di tanti piccoli curiosi.

libri di scambio

Tre spazi sotto i tendoni per scambiare libri. Tra quelli che ho lasciato io, Fabio Volo ha trovato subito un’altra libreria dove migrare. Nella mia ora al suo posto c’è Oceano mare di Baricco.

farheneit

Spazio dove poter ascoltare autori che magari ci si era persi, intervistati in diretta su Rai Radio 3 da Marino Sinibaldi. In alternativa anche un’ottima possibilità di riposare le gambe, bere un caffè offerto da Illy ed incontrare altri lettori.

offestival

Come non notare un confessionale in mezzo alla strada? In realtà si tratta del “teatro più piccolo del mondo”, dove ogni giorno diversi autori, meno conosciuti, si sono raccontati, o meglio confessati, ad un lettore per volta, qui nei panni di ascoltatore. Si tratta di un’iniziativa della Radio 180.

fiume di inchiostro in piena

La dimostrazione di quanto sia labile al Festival il confine tra scrittori e lettori: il pubblico è stato coinvolto nel primo esperimento di scrittura in diretta per realizzare il plot di un libro. Sul palco alcuni scrittori accomunati da un legame con il fiume Po: Laura Bosio, Giuseppe Pederiali e Natalino Balasso. Ha cercato di tenere le fila di questa impresa rocambolesca Massimo Cirri. In due ore abbondanti non si è giunti a nessuna storia pubblicabile, ma ci si è capottati dal ridere.

selciato

Festivaletteratura vuol dire anche un sacco di passi: nonostante Mantova sia piccola, correndo da un evento all’altro dopo qualche giorno si rimpiange di non aver un allenamento da maratoneti. Sconsigliate le scarpe col tacco, soprattutto a spillo!