105964491449405070

daL GRUPPO DI CERVIA
b.v.
Cervia, 23 luglio 2003

Tracce di letture … alla ricerca di Gauguin e della luna

Cari compagni di lettura,

lo scorso 16 luglio il Gruppo di Lettura ha sfidato l’afa notturna: nemmeno il giardino che l’ha ospitato ha potuto portare sollievo. Quindici, dico 15, lettori imperterriti, con l’apporto di tre new-entry , hanno palpitato dapprima in attesa della “dottoressa” , nonché maestra di gioco, e poi si sono tuffati con lucidità ed empatia nella storia di vita raccontata ne La lingua salvata da Elias Canetti.
Hanno concordato tutti nel ritenere particolarmente coinvolgente la prima e la seconda parte dove Canetti racconta della sua prima infanzia trascorsa tra Bulgaria, Inghilterra e Austria.
Poi i racconti di lettura del gruppo hanno preso diversi sentieri: alcuni di noi, tra cui Giancarlo, Bru, Bianca, Lella,Vilma e in parte Catia hanno trovato molti motivi di eccellenza nella scrittura ( talora penalizzata da un tono didascalico nell’ultima parte, nel periodo trascorso in Svizzera, dove lo scrittore dà conto del formarsi della sua mappa intellettuale, letture, insegnanti, maestri di vita). Molti hanno condividono con l’autore alcune convinzioni / affermazioni di profilo etico sulle finalità della cultura e della letteratura; altri, tra cui Cesarina, Max, Raffaella, Anna, e in parte Catia hanno stigmatizzato invece la debolezza della costruzione narrativa (o meglio romanzesca ) dell’opera, negando coerenza, spessore e credibilità ai personaggi, arrivando a dissociarsi con nettezza dalla pratica educativa attribuita principalmente alla madre. Sul rapporto madre-figlio si sono accalorati dando vita ad una discussione rovente benché la temperatura la sconsigliasse vivamente.
Un finale fresco, accarezzato da spumantini e dai dolci offerti da Anna (complimenti !) e da Catia (una riconferma!), ha consentito di giungere sereni alla scelta, con tanto di primarie e ballottaggio, di una rosa di 3 titoli tra cui quello proposto per il prossimo appuntamento

mercoledì 10 * – settembre alle ore 21
nel giardino della Biblioteca Torre o nei dintorni

per raccontarci la lettura de
La luna e sei soldi , di Somerset W. Maugham, Adelphi
Maestro di gioco sarà Max.

“Maugham mette in scena, come sempre o quasi, se stesso, ma stavolta nella doppia veste di un agente di cambio che , per amore della pittura, lascia il mondo della City per quello meno rassicurante di Parigi e Tahiti. Celebre per decenni per l’evocazione di Paul Gauguin, oggi il romanzo ci appare finalmente per quello che è: un’inchiesta conturbante sull’attrazione fisica e totale per il bello, enigma che “in comune con l’universo ha il merito di essere senza risposta”

-La biblioteca non è in grado di mettere a vostra disposizione i libri in omaggio: prenotate la vostra copia e chiedete informazioni !
– Chi ha macchine fotografiche e videocamere : le porti con sé per “fermare” qualche fotogramma.
– Chi vuole una copia del video del GdL di Cologno : faccia un cenno. A presto

Annunci

105964491449405070

daL GRUPPO DI CERVIA
b.v.
Cervia, 23 luglio 2003

Tracce di letture … alla ricerca di Gauguin e della luna

Cari compagni di lettura,

lo scorso 16 luglio il Gruppo di Lettura ha sfidato l’afa notturna: nemmeno il giardino che l’ha ospitato ha potuto portare sollievo. Quindici, dico 15, lettori imperterriti, con l’apporto di tre new-entry , hanno palpitato dapprima in attesa della “dottoressa” , nonché maestra di gioco, e poi si sono tuffati con lucidità ed empatia nella storia di vita raccontata ne La lingua salvata da Elias Canetti.
Hanno concordato tutti nel ritenere particolarmente coinvolgente la prima e la seconda parte dove Canetti racconta della sua prima infanzia trascorsa tra Bulgaria, Inghilterra e Austria.
Poi i racconti di lettura del gruppo hanno preso diversi sentieri: alcuni di noi, tra cui Giancarlo, Bru, Bianca, Lella,Vilma e in parte Catia hanno trovato molti motivi di eccellenza nella scrittura ( talora penalizzata da un tono didascalico nell’ultima parte, nel periodo trascorso in Svizzera, dove lo scrittore dà conto del formarsi della sua mappa intellettuale, letture, insegnanti, maestri di vita). Molti hanno condividono con l’autore alcune convinzioni / affermazioni di profilo etico sulle finalità della cultura e della letteratura; altri, tra cui Cesarina, Max, Raffaella, Anna, e in parte Catia hanno stigmatizzato invece la debolezza della costruzione narrativa (o meglio romanzesca ) dell’opera, negando coerenza, spessore e credibilità ai personaggi, arrivando a dissociarsi con nettezza dalla pratica educativa attribuita principalmente alla madre. Sul rapporto madre-figlio si sono accalorati dando vita ad una discussione rovente benché la temperatura la sconsigliasse vivamente.
Un finale fresco, accarezzato da spumantini e dai dolci offerti da Anna (complimenti !) e da Catia (una riconferma!), ha consentito di giungere sereni alla scelta, con tanto di primarie e ballottaggio, di una rosa di 3 titoli tra cui quello proposto per il prossimo appuntamento

mercoledì 10 * – settembre alle ore 21
nel giardino della Biblioteca Torre o nei dintorni

per raccontarci la lettura de
La luna e sei soldi , di Somerset W. Maugham, Adelphi
Maestro di gioco sarà Max.

“Maugham mette in scena, come sempre o quasi, se stesso, ma stavolta nella doppia veste di un agente di cambio che , per amore della pittura, lascia il mondo della City per quello meno rassicurante di Parigi e Tahiti. Celebre per decenni per l’evocazione di Paul Gauguin, oggi il romanzo ci appare finalmente per quello che è: un’inchiesta conturbante sull’attrazione fisica e totale per il bello, enigma che “in comune con l’universo ha il merito di essere senza risposta”

-La biblioteca non è in grado di mettere a vostra disposizione i libri in omaggio: prenotate la vostra copia e chiedete informazioni !
– Chi ha macchine fotografiche e videocamere : le porti con sé per “fermare” qualche fotogramma.
– Chi vuole una copia del video del GdL di Cologno : faccia un cenno. A presto

105827650580080608

L’ESTATE DEI RACCONTI
m.c. – l.f.

Come ricorderete, abbiamo deciso di dedicare la prossima riunione alla lettura e al commento incrociato di tre racconti.

Tra le vostre numerose proposte abbiamo scelto questi:

Calvino, “L’avventura di due sposi” (sta in Gli amori difficili)
Yourcenar, Il colpo di grazia (è un racconto lungo, lo abbiamo scelto in onore della vincitrice della biblioteca portatile)
Carver, “Una piccola, buona cosa” (sta in Cattedrale, ripubblicato in Da dove sto chiamando).

Sono racconti scelti anche con il criterio della maggior differenza possibile: però vi chiediamo di provare a tirare comunque i fili che dall’uno possono portare all’altro. E’ una prova di funambolismo cui i lettori sono avvezzi.
E con questo i nostri migliori auguri per un’estate di buone vacanze e buone letture. La prossima riunione potrà essere fissata per il 18 di settembre, ma ve lo confermeremo.

105827650580080608

L’ESTATE DEI RACCONTI
m.c. – l.f.

Come ricorderete, abbiamo deciso di dedicare la prossima riunione alla lettura e al commento incrociato di tre racconti.

Tra le vostre numerose proposte abbiamo scelto questi:

Calvino, “L’avventura di due sposi” (sta in Gli amori difficili)
Yourcenar, Il colpo di grazia (è un racconto lungo, lo abbiamo scelto in onore della vincitrice della biblioteca portatile)
Carver, “Una piccola, buona cosa” (sta in Cattedrale, ripubblicato in Da dove sto chiamando).

Sono racconti scelti anche con il criterio della maggior differenza possibile: però vi chiediamo di provare a tirare comunque i fili che dall’uno possono portare all’altro. E’ una prova di funambolismo cui i lettori sono avvezzi.
E con questo i nostri migliori auguri per un’estate di buone vacanze e buone letture. La prossima riunione potrà essere fissata per il 18 di settembre, ma ve lo confermeremo.

LA BIBLIOTECA PORTATILE DEL GDL (Ovvero i cinque libri)

m.c. l.f.
* I cinque libri che vi hanno cambiato la vita. Questo pi� o meno il tema del gioco per cui ci eravamo dati appuntamento il 27 giugno (anche se qualcuno lo ha inteso in modo meno enfatico: cinque libri significativi, cinque letture interessanti ecc.). A percorrere a ritroso l’avvincente carrellata dei titoli suggeriti restano soprattutto due impressioni:
a) ci sono state pochissime sovrapposizioni di titoli.

Tanti lettori, pochi titoli uguali. Tanti lettori anche simili, accomunati da gusti, passioni e modalit� di lettura, eppure poche le scelte identiche.
b) nonostante le differenze nelle proposte, nessuno ha trovato del tutto aliena dai propri gusti la scelta degli altri. Anzi molte proposte scatenavano irrefrenabili entusiasmi e rammarichi per non aver compreso quel titolo nei propri cinque. “Anch’io volevo metterlo nella lista…” � diventato il refrain della serata.

Chi volesse trarre qualche conseguenza sulle comunit� di lettura (composte di “uguali” ma “diversi” o di simili-dissimili) � libero di farlo…

* La biblioteca portatile. Così ci siamo confezionati una bella biblioteca ideale del GdL, o meglio una biblioteca “portatile”, visto il suo carattere altamente selettivo e tutto sommato trasportabile.

(di seguito gli elenchi)