alla ricerca di strati sovrapposti che spieghino cos’� un gruppo di lettura

appunti sparsi e disarticolati

SPAZIO PUBBLICO VS SOLITUDINE DEL LETTORE

Mi sembra che la caratteristica pi� importante (almeno una fra le pi�
importanti) di un Gruppo di lettura sia il fatto che si crei uno
“spazio pubblico” (concetto a strati, sul quale � necessario ritornare
pi� volte per vederne alcuni tratti) grazie al quale la condizione di
solitudine del lettore possa essere riscattata, almeno in parte e
temporaneamente, ma, in ogni caso, con risultati forti. [continua qui]

libri ritrovati

Nel fine settimana del 27 e 28 novembre 2004 il Parco Esposizioni Novegro (Milano) ospiter� I libri ritrovati, una slow book fair. Nata da un�idea di Luca Gallesi, � un�occasione nella quale i libri �lenti� rientrano di prepotenza sulla scena.

Si daranno appuntamento librai specializzati nel �fuori catalogo� e lettori accaniti: alla ricerca di buoni libri (magari introvabili altrove) a buon prezzo.

Sabato 27 ci sar� anche un incontro su Perduti & ritrovati: percorsi del libro d’occasione: parleranno scrittori, critici, librai tradizionali e librai su Internet.

Infine: la classifica dei long seller e, domenica 28, Racconta il tuo libro: la possibilit� di raccontare il colpo di fulmine per un titolo incontrato per caso: attraverso il bookcrossing o scovato in una bancarella.

RadioTre Fahrenheit condotto da Marino Sinibaldi dedicher� una puntata all’evento.

Maggiori informazioni qui

da cervia- invito alla lettura: le settimane del giardino

LA STORIA DI UN GRUPPO DI LETTURA

B.V.

Cari compagni di lettura,

� appena arrivato in biblioteca un piccolo libro che vi segnalo subito come
necessario…Lo ha scritto Juan Goytisolo (Un circolo di lettori) con il titolo
di LE SETTIMANE DEL GIARDINO, Einaudi, 2004 ( L’Arcipelago ). Lo ha tradotto
Glauco Felici.

Lo scrittore spagnolo presta la sua firma ad un gruppo di lettori …” attivi
e appassionati di una citt� di provincia” … che decisero di “scrivere un
romanzo collettivo
sull’elusiva storia del poeta, riuniti per il tempo di tre
settimane nella benignit� estiva di un colto e ameno giardino”…

“Il nostro giardino cervantino, con le sue aiuole e con i suoi cespugli
fioriti, era anche quello di Borges: sentieri e biforcazioni, avanzate e
ramificazioni, fermate e indietreggiamenti: ci� dava luogo a tensioni e
addirittura a incidenti tra i colettori, ma la dipendenza letteraria da cui
eravamo uniti finiva per imporsi a ogni altra considerazione”.

L’autore conia anche un termine nuovo : chiama i componenti del
gruppo : “colettori” e racconta dunque una storia di un gruppo di lettura.

a presto, bianca

da cervia- invito alla lettura: le settimane del giardino

LA STORIA DI UN GRUPPO DI LETTURA

B.V.

Cari compagni di lettura,

� appena arrivato in biblioteca un piccolo libro che vi segnalo subito come
necessario…Lo ha scritto Juan Goytisolo (Un circolo di lettori) con il titolo
di LE SETTIMANE DEL GIARDINO, Einaudi, 2004 ( L’Arcipelago ). Lo ha tradotto
Glauco Felici.

Lo scrittore spagnolo presta la sua firma ad un gruppo di lettori …” attivi
e appassionati di una citt� di provincia” … che decisero di “scrivere un
romanzo collettivo
sull’elusiva storia del poeta, riuniti per il tempo di tre
settimane nella benignit� estiva di un colto e ameno giardino”…

“Il nostro giardino cervantino, con le sue aiuole e con i suoi cespugli
fioriti, era anche quello di Borges: sentieri e biforcazioni, avanzate e
ramificazioni, fermate e indietreggiamenti: ci� dava luogo a tensioni e
addirittura a incidenti tra i colettori, ma la dipendenza letteraria da cui
eravamo uniti finiva per imporsi a ogni altra considerazione”.

L’autore conia anche un termine nuovo : chiama i componenti del
gruppo : “colettori” e racconta dunque una storia di un gruppo di lettura.

a presto, bianca

note su anna karenina

di A.P.

Nel Romanzo possiamo trovare moltissimi temi che richiederebbero molte pagine per essere sviluppati; isoliamone alcuni:

1- L�amore: forza che travolge e stravolge le vite che incontra, sia quando si manifesta che quando si nega. Se per Anna � la forza irresistibile che la porter� alla morte, per Levin � la disperazione pi� profonda quando Kitty lo respinge e, successivamente, una forza che lo fra vivere e agire come se fosse sollevato da terra quando Kitty accetta di sposarlo.
Tolstoi ha la capacit� di scrivere d�amore senza banalizzare mai il sentimento, te lo fa sentire sempre come una cosa viva che va e che viene, mai certa e immutabile nel tempo. Chi ne � avvolto ha spesso il timore di essere inadeguato alla forza del sentimento, ha paura di perderlo nella persona amata e in ogni momento vive senza certezze definitive. E� il paradigma dell�incertezza propria del vivere.

2-La societ� russa della fine del secolo 19�: spaccato fedele di una societ� che ha gi� in incubazione la rivolta che avverr� all�inizio del 900 con la rivoluzione d�ottobre. Emblematica la ripulsa che la nobilt� di Mosca e S.Pietroburgo mostra nei confronti della passione di Levin per la terra, per la vita contadina, per i suoi problemi. Pur vivendo solo di agricoltura, dato che la rivoluzione industriale non c�� ancora, rifugge dalla vita della terra e si rifugia nei propri riti di cene,balli,nei fasti della corte imperiale e nella corruzione. Ci� che conta per Alessio Aleksandrovic � la stima dei superiori e l�ottenimento della onorificenza Nevski.

Fortissimo � il condizionamento che la societ� svolge nei confronti dei propri membri quando non rispettano le regole che essa impone: vedi la frustazione di Vronski quando cerca di rientrare con Anna nella vita di Pietroburgo o le pressioni su Alessio Aleksandrovic quando si conosce l�infedelt� di Anna (o il divorzio o la sfida in duello a Vronski per salvare il proprio onore). Dello stesso tenore la risposta ad Anna di Lidia Ivanovna quando la prima chiede di rivedere Seriogia.

3- La religione: o � fuga dalla realt� dei propri problemi (Alessio Aleksandrovic) o � mezzo di messa al bando di chi non segue le regole della societ� contemporanea (nei confronti di Anna da parte della principessa Lidia Ivanovna)

4- La scrittura di Tolstoi: siamo di fronte ad un grande romanzo perch� le pause di stanchezza in quasi mille pagine sono praticamente inesistenti; forte � l�analisi dei sentimenti degli attori, della loro psicologia,delle loro reazioni nelle pi� diverse situazioni; anche quando lo scrittore analizza argomenti freddi come le tecniche di conduzione delle terre da parte di Levin (argomento che pu� far parte della sociologia della societ� russa del tempo) l�interesse non viene meno perch� � sempre forte l�accento sulla passione che mette Levin nel portare avanti i propri convincimenti.

A.P.