Umano, troppo umano

Non sono qui per parlare di filosofia, ma per invitarvi alla SETTIMANA DELLA FOTOGRAFIA EUROPEA, che inizia domani 30 aprile 2008 a REGGIO EMILIA e che porta appunto questo titolo.

Mi sembra doveroso questo invito in un blog in cui ogni tanto si pubblicano foto così belle come l’ultima di Luiginter, poi magistralmente commentata da Theleeshore.

Il tema chiave di questa terza edizione di Fotografia europea è il controverso concetto di CORPO: Il corpo che è persona, carne, vita, eros, ma anche cadavere, oggetto, torturato e ucciso, di nuove malattie, straziato da nuove guerre e nuove armi, sezionato per favorire la ricerca scientifica, espressione di un rinnovato culto del fisico, strumento di piacere e di performance, oggi più che mai fornito di protesi e integrazioni.

“Tra tutte le visioni del corpo e della fotografia possibili-dice il curatore ELIO GRAZIOLI- è una fotografia, che attraverso la vista sollecita però anche gli altri sensi, in particolare il tatto”

Cinque sono gli autori europei di periodi e contesti diversi in grado di fornire le principali sfaccettature del corpo in oggetto: RAUL HASMANN, WOLS, PAOLO GIOLI, JORGE MOLDER e PIERRE ET GILLES.

Altri quattro fotografi europei presentano produzioni originali realizzate per l’occasione

L’obiettivo di Fotografia europea è fare della fotografia un momento di incontro, di festa per la città, che si riempie di immagini, colori e suoni, coinvolgendo cittadini, turisti, esercizi commerciali e privati in una miriade di iniziative.

Fino al 4 maggio, accanto alle numerose mostre temporanee aperte fino al 9 giugno , sono in programma un centinaio di eventi: lectio magistralis, conversazioni, seminari, workshop, readings, concerti e spettacoli di vario genere, tutti ad ingresso gratuito.

E’ previsto il contributo di filosofi e artisti come UMBERTO GALIMBERTI , OLIVIERO TOSCANI e ALBERTO ABRUZZESE

Per chi è interessato all’iniziativa il sito www.fotografiaeuropea.it presenta il programma completo della manifestazione

Annunci

One thought on “Umano, troppo umano”

  1. ehm ma grazie… A dire il vero, nelle foto (come nei libri) ognuno legge la realtà in modo probabilmente differente dal suo autore ma, come dice Eco, ogni opera è aperta, ha una vita propria e trova una direzione diversa in ogni lettore…
    Bella questa iniziativa, peccato non esserci. Se ci vai perché non fai un post e ci racconti com’è andata?
    E magari ti fai dare anche una bella foto da pubblicare? 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...