L’uomo senza casa, Andrea Fazioli

Voto *L’uomo senza casa* di Andrea Fazioli, ed. Guanda, il mio miglior libro _finora_ del 2008, nonché scoperta dell’anno (anche se non mia, ma del mio ragazzo Andrea, il mio scopritore di talenti, grazie a lui).

Genere: giallo, ovviamente (il mio preferito, come qualcuno avrà capito).

Ambientazione: Svizzera, Canton Ticino per la precisione, da Lugano a Bellinzona, passando per i piccoli Malvaglia e Corvesco, sulle sponde di una diga artificiale, fra boschi pieni di volpi e di neve.

Protagonista: Elia Contini, investigatore privato, un po’ ombroso, un po’ solitario, tormentato dal passato, determinato a far luce sulla morte del padre avvenuta vent’anni prima, nonché sulla serie di delitti apparentemente legati alla diga di Malvaglia, e attribuiti proprio a lui. Con un po’ di intrighi finanziari che per un giallo svizzero non guastano mai.

Perché mi è piaciuto? Soprattutto per Elia, che a ripensarci mi ricorda un po’ il grande Fabio Montale di Izzo (di cui sto rileggendo proprio in questi giorni, in vista di un’imminente gita a Marsiglia, la *Trilogia*). E poi per la Svizzera, che nonostante io sia di Lecco conosco ben poco, e che a leggerla in un libro mi è sembrata un posto così esotico.

E poi ovviamente per la scrittura di Andrea Fazioli, ineccepibile: classe 1978, al suo secondo libro (per la cronaca, il primo, *Chi muore si rivede* è stato pubblicato dall’editore svizzero Armando Dadò, a Milano si può trovare alla Libreria Sherlockiana in via Peschiera 1).

Guido ScarabottoloCome sempre, bellissima la copertina di Guanda disegnata da Guido Scarabottolo.

Chiudo con una citazione:

“Chico si avvicinò. Appoggiò la faccia contro il vetro e scrutò le copertine dei libri nell’ombra. Erano le ultime novità editoriali, ma a vederle così nell’oscurità gli sembravano qualcosa di misterioso. Erano la promessa di un segreto, di un viaggio fuori dal solito mondo.”

Insomma, davvero una bellissima scoperta.

*giuliaduepuntozero

7 pensieri riguardo “L’uomo senza casa, Andrea Fazioli”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...