Il lettore ideale (6)

Scrivere sui margini è segno distintivo del lettore ideale.

Alberto Manguel, “Appunti per una definizione del lettore ideale”, in Al tavolo del cappellaio matto, Archinto.

Annunci

4 pensieri su “Il lettore ideale (6)”

  1. Grazie grande Alberto Manguel! Sei un sacerdote della Letteratura che fa opera di Transustanziazione trasformando noi, poveri maniaci , in lettori ideali.

    Mi piace

  2. vediamo … ho scritto a volte sui margini, ma spesso ho preso appunti sulla pagina dove è segnato il titolo o sull’ultima pagina, solitamente bianca.

    ultimamente però …. non segno più libri e non scrivo più nulla se non la data in cui li compero.

    e mi chiedo perchè!

    Mi piace

  3. e mi dan fastidio le edizioni con poco spazio bianco ai margini (o quasi nulla)

    per me è comunque importante, sia per segnarmi passi, termini, posti, persone, sia per annotare impressioni e, a volte, veri e propri suoni onomatopeici (soprattutto “ahah”)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...