Scene da un matrimonio imminente, Adrian Tomine

Allora, per una volta vi racconterò qualcosa di me. Lo scorso giugno mi sono sposata, e siamo andati in viaggio di nozze negli Stati Uniti, sulla costa nord-occidentale. A Seattle sono capitata per caso, mentre mio marito si abbuffava di cd in un negozio di musica a fianco, in una libreria, la Elliott Bay Book.

Elliott Bay Book, Seattle - foto: halighalie, flickr
Elliott Bay Book, Seattle - foto: halighalie, flickr

Spettacolare (un po’ come tutte le numerose librerie che abbiamo visitato negli USA, prima o poi scriverò un post sull’argomento). Affascinante, una bellissima atmosfera. Un grande spazio, tutto in legno, parquet al pavimento, travi al soffitto, tubi di metallo, lampadari pendenti, scaffali in legno. Era una bellissima giornata domenicale, la gente giocava a basket nel parchetto fuori, e dalle finestre della libreria entrava un bel sole.

Elliott Bay Book, Seattle - foto: halighalie, flickr
Elliott Bay Book, Seattle - foto: halighalie, flickr

Dopo un po’ di girovagare (prima tappa in ciascuna delle librerie visitate lo scaffale dedicato a Joyce Carol Oates, una pacchia, quanti libri suoi negli Stati Uniti…), sono finita nella zona dei graphic novel. Fra i vari titoli, mi è caduto l’occhio su un libricino, quadrato, piccolo, meno di una spanna di lato, azzurro mare. Il titolo: Scenes from an Impending Marriage, a prenuptial memoir,  di Adrian Tomine.

Sulla copertina, un omino e una donnina, lui in abito elegante, lei in abito da sposa e velo, che corrono mano nella mano. Caspita, sembra fatto per me, mi dico. Inizio a sfogliarlo, a leggerlo sempre più catturata, e finisco per pagarlo alla cassa. Il graphic novel racconta i mesi di preparazione che precedono il matrimonio di Adrian Tomine e della sua futura moglie Sarah, e affronta tutti i passi che ogni sposo e sposa conosce bene: la scelta degli invitati, il luogo del ricevimento, le partecipazioni, la musica, la lista nozze, il fiorista, le bomboniere. Con tanta ironia, e con un quasi-colpo di scena, che spiega un po’ di cose.

A New York, ultima tappa prima del ritorno in Italia, ci siamo incontrati con una nostra amica americana; la prima sera in cui siamo usciti insieme ci ha dato la bella notizia che si era fidanzata e che stavano organizzando il matrimonio, così il giorno dopo siamo andati in un’altra libreria a prendere una seconda copia da regalare a lei e al suo futuro marito. Sono stati contentissimi! Un bel regalo per una coppia di fidanzati.

Il fumetto è pubblicato anche in Italia, col titolo Scene da un matrimonio imminente, da Rizzoli Lizard.

*giuliaduepuntozero

2 pensieri riguardo “Scene da un matrimonio imminente, Adrian Tomine”

  1. E’ il libretto – bomboniera che la sua futura moglie suggerì per il loro matrimonio ^_^
    Sembra divertente, ironico, molto delicato, piuttosto distante dalle corde un po’ depresse, da giapponese di quarta generazione, dell’abituale A. Tomine.
    Di suo conosco UNA LIEVE IMPERFEZIONE e SONNAMBULO e altre storie e mi erano piaciuti.
    Belle le tue foto della Elliott Bay Book!
    Deve essere stato un fantastico viaggio di nozze . Auguri!!!

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...