James Joyce, Ulisse, il mio proposito di lettura del 2012. E il vostro?


@Gruppodilettura
Un giorno, L., una signora incontrata in treno – citando non ricordo chi, o forse non citando nessuno, tranne se stessa – mi disse che uno dei pensieri al quale dedicava più tempo negli ultimi giorni dell’anno era la scelta di un libro importante, da leggere nel corso dell’anno nuovo.

“Vale solo un libro tosto, di quelli che richiedono fatica ma che promettono parecchio, di quelli che sono un’esperienza che lascia il segno”.

Per la verità non ricordo se quando me ne parlò, L. mi disse a quale libro stesse pensando. Ricordo però che sottolineò l’importanza di osare, di puntare in alto, di rischiare nella scelta. Dunque libri da Canone, libri complessi, libri lunghi.
Libri che sappiano sfidare e battere il “costo-opportunità” di dover rinunciare per parecchio tempo alla lettura di altri libri pronti sul comodino.

Ed è anche ricordando L. che ci ho pensato in questi giorni e ho deciso che nel 2012 affronterò finalmente Ulisse di James Joyce.

Naturalmente mi aspetto sia la fatica, sia la sorpresa dei “ma ancora non l’avevi letto?”, sia il sospetto di aver affrontato un’impresa fuori dal tempo.

Ulisse ha sconfitto in dirittura Proust.
Mi farò aiutare da qualche “Guida alla lettura di…” oltre che da qualche sbirciatina a una copia del romanzo in lingua originale.
Sarà un’impresa lunga perché ovviamente nel frattempo ci sarà anche altro da leggere (articoli,reportage,saggi).
Infine, oltre alla copia già in casa, penso che me ne procurerò una per il Kindle e magari anche quella in lingua originale sarà per il Kindle: in questo caso il marchingegno è certamente più leggero dei volumi stampati.
Spero di potervi dare presto notizie dell’impresa.

Voi avete qualche proposito di super-lettura per il nuovo anno?

_ Il mio diario di lettura dell’Ulisse

76 pensieri riguardo “James Joyce, Ulisse, il mio proposito di lettura del 2012. E il vostro?”

  1. io ho da tanto i libri di lewis c. s. trilogia composta dai volumi Lontano dal pianeta silenzioso, Perelandra e Quell’orribile forza. avendo letto tutto il resto (libri introvabili e mai in ristampa che si trovano solo nei mercatini) e avendo finito tutto tolkien volevo conoscere anche l’altra mente che lavorava (non chè suo grandissimo amico) ma non trovo lo slancio per farlo, aspetto che scatti la molla… del resto come faccio sempre…. buon principio a tutti ….

    Mi piace

  2. Nel 2011 sono stata bravina ho letto tanto e soprattutto “I Demoni” i “Fratelli Karamazov” e “Anna Karenina” (erano i miei propositi); quest’anno basta russi, vorrei leggere anch’io “Infinite jest”, ma non so se ci riuscirò, considerando anche il fatto che non ho mai letto nulla di DFW.

    Mi piace

  3. Ho giusto ora ricevuto una copia di Infinite Jest, consigliatami e regalatami da un amico: quale occasione migliore per inserirlo in lista? Direi che è perfettamente rispondente all’idea di super-lettura🙂

    Mi piace

  4. ciao a tutti, è la prima volta che scrivo anche se mi collego spesso per trovare nuovi spunti di lettura. Attualmente sto leggendo il libro (unico) di Guenassia “il club degli incorreggibili ottimisti”, un libro che mi piace molto. l’ambizione per il 2012 è di leggere “il sogno della camera rossa” e “1Q84”. Ci sono poi soprattutto delle riletture come “furore” di Steinbeck (uno dei miei preferiti in assoluto) e “Guerra e Pace” (letto troppo velocemente la prima volta)..

    Mi piace

  5. un libro che per me è stato davvero impegnativo è “La Storia” di Elsa Morante. Credo possa entrare a pieno titolo nella lista dei libri “importanti”. Inutile dire che ne vale la pena.
    Intanto mi chiedo se riprovare o meno a riaprire la strada di Swann…….

    Mi piace

  6. Sono anni che cerco di addentrarmi nella lettura dell`Ulisse senza mai riuscire ad andare avanti oltre le 100 pagine. Scopro ora che non sono la sola a ripromettermi ogni volta di concludere l`impresa… ce la farò ? Proust al confronto è un gioco da ragazzi… Esiste un metodo efficace tenendo conto che ho a disposizione solo stralci di tempo?(A meno che non mi capiti di essere ammalata !)

    Mi piace

  7. “Il cervello dei maschi” , “Il cervello delle donne” Louann Brizendine, 2 saggi che mi guardano da qualche giorno, fermi sulla scrivania, e aspettano che mi decida ad aprirli: e’ il mio proposito…

    e “I detective selvaggi” di Bolano,
    che mi hanno infine raggiunta, e mi guardano dal comodino,
    questo per cominciare…

    il mio gruppo di lettura reale mi ha invece proposto
    “Un viaggio chiamato vita” di Banana Yoshimoto,

    i buoni propositi sono tanti… e altri ancora… vi sapro’ dire…

    Mi piace

  8. ……..anche Io ero combattuta tra l’Ulisse e Viaggio al termine della notte….ma, convinta da Luiginter Ho iniziato l’Ulisse : sono solo alle prime pagine e per ora non e’ una lettura “semplice”…faccio fatica a seguire i dialoghi, ci vuole moltissima attenzione non posso leggerlo prima di addormentarmi cosi’ devo trovare tempo durante la giornata, quando le mie celluline cerebrali sono piu’ sveglie, per leggerne qualche pagina…HO BISOGNO DI AIUTO…………..AIUTOOOOO!!!! Ma ho solo io questa difficolta’ o è comune quando si inizia a leggere questo “tomo” di non so quante pagine………aspetto Diario di lettura di Luiginter….anche perchè è un po’ colpa sua se sono in questo pasticciaccio…….naturalmente scherzo………….ma non sul fatto che ho bisogno di AIUTOOOOOOOO…….Ciao a tutti e buona lettura

    Mi piace

  9. Mi intriga lo humour surreale, tipo Groucho Marx, Queneau, Campanile.
    Leggerò “il killer dei qwerty” di gero mannella, uscito per ad est dell’equatore.
    Avevo letto il precedente e mi aveva divertito: finalmente uno humour intelligente, non scontato, non volgare.

    Mi piace

  10. Ciao a tutti, quest’anno vorrei cimentarmi con la lettura dei seguenti libri:

    Olive Kitteridge – E. Strout
    Betibu’ – C. Pineiro
    Uccidere il padre – A. Nothomb
    Un giorno questo dolore ti sara’ utile – P. Cameron
    Tredici soldati – R. Leshem
    Trologia degli Aubrey – R. West
    Il gaucho insostenibile- R. Bolano
    Vita e destino – V. grossman

    li avete letti??? avete commenti?

    Mi piace

  11. La settimana scorsa ho finito di leggere un libro intitolato Gargoyle di un autore straniero, Davidson Andrew. Mi colpì la copertina e le prima pagine lette subito in libreria. Sono stata piacevolmente sconvolta dalla trasformazione fisica e mentale di un uomo, un pornodivo, che si ritrova ad avere un incidente con ustioni profondissime! Libro meraviglioso che parte da un tema e ne giunge a molti altri.
    Alcune scene, spiegate nei minimi particolari, sono oltre modo toccanti.
    Ieri invece, ho iniziato a leggere Mosaici di verità di Raffaela Nocerino. Ordinato invece on line. Mi ha incuriosito il quarto di copertina, dove si narra dell’incontro-scontro fra due donne. Ho già divorato metà libro. E anche questo tratta diverse tematiche partendoda un tema già di per se ancora scottante, nella nostra cultura.

    Mi piace

  12. Il mio proposito per quanto concerne un libro impegnativo, è quello di rileggere Delitto e Castigo di Dostoevskij

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...