La trama del matrimonio, Jeffrey Eugenides

Pilgrim Lake. - foto: Matt Stafford, flickr
Pilgrim Lake. - foto: Matt Stafford, flickr

Non è sicuramente prolifico, scrive un libro ogni dieci anni, ma ne vale la pena aspettare tutto questo tempo, se l’esito è sempre di questo livello. Le vergini suicide, pubblicato nel 1993, da cui Sofia Coppola ha tratta il bel film Il giardino delle vergini suicide, è uno dei miei libri preferiti; Middlesex, il titolo che me l’ha fatto conoscere per caso nel 2003 al Festivaletteratura di Mantova, è un altro ottimo romanzo.

Finalmente, dopo anni di trepidante attesa (per me), è uscito La trama del matrimonio, edito in Italia da Mondadori, terzo titolo di Jeffrey Eugenides, scrittore americano di origine greca. Un romanzo di quasi 500 pagine, ambientato negli anni Ottanta, principalmente in New Jersey, con punte a New York, in India, in Europa, a Cape Cod, a Portland… Continua a leggere La trama del matrimonio, Jeffrey Eugenides

Annunci

Doppio nodo, Joyce Carol Oates

Moon and stars - foto: joiseyshowaa, flickr
Moon and stars - foto: joiseyshowaa, flickr

Chi legge da un po’ questo blog saprà ormai che ho una passione quasi insana per Joyce Carol Oates. Non saprei neanche dire razionalmente i motivi… E’ stato un colpo di fulmine con la lettura di La ballata di John Reddy Heart, ormai 6 anni fa. Sarà che mi piace tutto ciò che è americano, sarà che è decisamente brava a scrivere, sarà che i suoi romanzi hanno sempre un velo di inquietudine e di drammaticità che fa per me, sarà che sono ambientati per la maggior parte fra gli stati di New York e New Jersey che per diversi motivi amo, sarà che sa dar vita ai suoi personaggi come nessun altro. Sarà… decisamente è una dei miei scrittori preferiti, forse LA preferita. Di sicuro di nessun altro ho tanti libri come di lei.

Ho appena finito di leggere Doppio nodo, edito in Italia da Bompiani, uscito con il suo pseudonimo Rosamond Smith, pubblicato negli USA nel 2001 ma da noi solo l’anno scorso. Non è uno dei suoi migliori, ma è comunque un ottimo romanzo.

Continua a leggere Doppio nodo, Joyce Carol Oates

L’Ulisse di Joyce e tutto il resto: diario di un lettore

@Gruppodilettura
Questo è un piccolo diario (o quasi) su come cerco di mantenere la promessa fatta a me stesso di leggere (finalmente) l’Ulisse di James Joyce. Ed è un diario di un lettore che legge un po’ ingenuamente, un lettore comune, uno dei lettori ai quali pensava James Joyce scrivendo il suo romanzo.

James Joyce
Intanto, come avevo del resto previsto nel post sul proposito di lettura: si tratta di una lettura lunga, lenta, lenta.

Sia per le note difficoltà del romanzo di Joyce,
sia per la lunghezza del testo,
sia per la mia lentezza cronica di lettore che viene tentato dalle digressioni (anche i lettori – lo sa bene chi è affetto da questa malattia-mania di leggere contemporaneamente più libri, riviste, saggi e articoli pescati in rete – digrediscono).
Continua a leggere L’Ulisse di Joyce e tutto il resto: diario di un lettore

Open, Andre Agassi

Non ho ancora letto Open, biografia di Andre Agassi, pubblicato da Einaudi Stile Libero. E’ stato il primo libro consigliato da Baricco nella sua rubrica domenicale su Repubblica, Una certa idea di mondo. In generale, ho letto solo buone recensioni, quindi, anche se non ho mai avuto un particolare amore per lui (neppure odio… solo indifferenza, ma anche per il tennis in generale), mi sa che prima o poi finirò per leggerlo.

Nel frattempo, su questo blog lagazzettadicyrano una bella recensione.

*giuliaduepuntozero

Northline, Willy Vlautin

Reno!! - foto: Tess Aquarium, flickr
Reno!! - foto: Tess Aquarium, flickr

Sono stata un po’ indecisa se recensire questo libro oppure no… Non è che mi piaccia molto elogiare un titolo che in Italia non è pubblicato, mi sembra quasi di fare un torto! Però chi vuole le può leggere in inglese, e non è detto che a qualche editore che dovesse capitare casualmente su queste pagine non venga voglia di pubblicarlo.

Ho già parlato di Willy Vlautin e del suo The Motel Life (che io ho letto in inglese acquistato questa estate negli USA, ma dovrebbe esserci anche in Italia, edito da Fazi). Bellissimo. Triste, da lacrime agli occhi, ma bellissimo. Lo stesso può dirsi di questo Northline.

Continua a leggere Northline, Willy Vlautin

The Joy of Books, danza notturna dei libri in una libreria di Toronto – video

Da qualche giorno questo video è assai popolare sul Web: The Joy of Books.
Due coniugi, con l’aiuto di un gruppo di volontari, hanno organizzato un movimento dei volumi presenti in una libreria di Toronto, la Type Books, e hanno ripreso e montato il processo.
Il risultato è The Joy of Books, poco meno di due minuti di piacevole danza dei libri.