Carlo Emilio Gadda e Italo Calvino

Il 21 maggio abbiamo tutti ricordato Carlo Emilio Gadda, nel quarantesimo anniversario della morte.
Voglio lasciare anche sul blog una piccola traccia di ricordo usando le parole di un altro grandissimo, Italo Calvino.
Carlo Emilio Gadda
Siamo nelle Lezioni americane, nell’ultima, “Molteplicità“. Inizia proprio con una lunga citazione dalle prime pagine del romanzo forse più famoso di Gadda, Quer pasticciaccio brutto de via Merulana. Gadda presenta il suo “eroe”, Ingravallo. Eccone un breve passo, molto più breve della citazione che usa Calvino in “Molteplicità”:

La causale apparente, la causale principe, era sì, una. Ma il fattaccio era l’effetto di tutta una rosa di causali che gli eran soffiate addosso a molinello (come i sedici venti della rosa dei venti quando s’avviluppano a tromba in una depressione ciclonica) e avevano finito per strizzare nel vortice del delitto la debilitata «ragione del mondo». Come si storce il collo a un pollo. […]

Cito qua e là Calvino: Continua a leggere Carlo Emilio Gadda e Italo Calvino

Annunci

Digital Public Library of America: buone notizie per i libri e la cultura

La Digital Public Library of America – ufficialmente nata il 18 aprile scorso – è un bel progetto che aiuta a pensare in modo ottimistico al futuro dei libri e delle informazioni.
Il modo migliore per avvicinarla è consultarne il sito web, che è la porta attraverso la quale entrare in questa grande avventura del sapere.

DPLA

In breve, la DPLA è un archivio di archivi, una *”federazione” digitale di biblioteche. L’obiettivo è rendere raggiungibile sul Web, gratuitamente, i patrimoni digitalizzati di tutte le bilblioteche degli Usa. Continua a leggere Digital Public Library of America: buone notizie per i libri e la cultura

Libri bruciati dai nazisti, 80 anni dopo

Il 10 maggio è stato l’ottantesimo anniversario del rogo dei libri voluto da Goebbels nel 1933.
Il rogo dei libri da parte dei nazisti è stato uno degli episodi più importanti, denso di conseguenze e di significato dell’intero XX secolo. Ed è stato una anticipazione di quello che succede in una società il cui potere decide di bruciare i libri.

In queste immagini si vede il comizio di Goebbels, il 10 maggio 1933 a all’Opernplatz di Berlino e i giovani nazisti che bruciano i libri.

[youtube:http://youtu.be/xThYRbsQ888%5D

Il ministro del Reich, dottor Goebbels si rivolge agli studenti con queste parole: Continua a leggere Libri bruciati dai nazisti, 80 anni dopo

E poi, Paulette…, Barbara Constantine

Look at that! - foto: Gabriel Rocha (a.k.a. BRIEL), flickr
Look at that! – foto: Gabriel Rocha (a.k.a. BRIEL), flickr

Me l’ha consigliato il mio libraio di fiducia, ed è stato un buon consiglio. E poi, Paulette… di Barbara Constantine, edito da Einaudi, è un beli libro, che si legge con piacere, e ti lascia un sorriso.

La trama: Ferdinand, l’anziano protagonista da cui ha inizio la vicenda, vive in una fattoria, ormai troppo grande per lui, rimasto vedovo, con il figlio, la nuora e i nipotini andati a vivere in paese. Un giorno, passando vicino alla casa della vicina di casa Marceline, scopre che anche lei è sola, e che si trova in difficoltà, quando una forte pioggia fa crollare il tetto della sua casa. Ferdinand prende coraggio, e la invita a stabilirsi nella sua fattoria, insieme al gatto e all’asino.

Ma dove si sta in due, si sta anche in tre, e un altro amico, appena rimasto vedovo, e sulla strada della depressione senza l’amata moglie, si aggiunge ai due vecchietti, seguito in breve da due vecchiette, le sorelle Lumiere, per anni proprietarie del negozio di elettricista del paese, e ora accerchiate dai parenti che le vogliono sfrattare.

Continua a leggere E poi, Paulette…, Barbara Constantine