Tutti gli articoli di lettoreambulante

Di fiere, libri, lettori, editoria e… treni

Nel giro di pochi giorni sono stata a “PisaBook”  a fine novembre e a “Più libri più liberi” a Roma. Le due maggiori fiere dedicate alla piccola editoria di cui volevo farvi una cronaca e magari segnalarvi qualche titolo o editore.  Stavo scrivendo il post , anche confortata dal clima positivo che avevo respirato, quando mercoledì ho appreso dal Corriere della Sera che Beatrice Masini era stata spostata dal settore ragazzi della Rizzoli alla narrativa di Bompiani. Sul quotidiano potete leggere l’intervista a Laura Donnini che spiega il riassesto delle case editrici del gruppo e sottolinea che ” la narrativa straniera è un problema per Rizzoli,  ha sempre avuto un taglio aspirazionalmente letterario. Invece vogliamo puntare di più sull’intrattenimento”.
Continua a leggere

Dal blog a… Mantova

copertina2013C’è un legame molto forte quest’anno tra il blog dei gruppi di lettura e il Festivaletteratura di Mantova. Intanto scorrendo l’elenco degli ospiti non si può non pensare alle molte discussioni appassionate su romanzi molto sentiti e scandagliati.

Perché ci sarà Andres Neuman, l’autore di Parlare da Soli.
E poi Mathis Enard con il suo Parlami di Battaglie, di Re e di elefanti, e  Margaret Drabble, l’autrice di L’Ostacolo di Rosamund.
Continua a leggere

Lettori in campo a Garbagnate e Bologna

Vi segnalo due appuntamenti nel fine settimana dove i lettori giocano un ruolo importante e che possono essere di esempio per una buona pratica di collaborazione tra editori, scrittori, traduttori, bibliotecari, librai, lettori che dovrebbero tutti far parte della grande famiglia della lettura.

Vicino a Milano ma circondata dal verde e dal parco delle Groane, Garbagnate Milanese ha una magnifica biblioteca che ha sede in una corte lombarda settecentesca. Qui dal 19 al 21 aprile si terrà LIBRI IN CORTE una mostra mercato dedicata alla piccola e media editoria, con circa 50 editori rappresentati grazie ai loro libri e alcuni eventi dedicati ad adulti e ragazzi. Molto egoisticamente potreste venire a trovarmi, visto che sarò lì per tutti e tre i giorni della manifestazione. ecco qui programma, editori, eventi: Continua a leggere

Jiulian Barnes, Il senso di una fine; John Williams, Stoner

E’ chiaro che quando ci si trova di fronte a due grandi romanzi non è obbligatorio scegliere e neppure confrontarli, ma la scelta migliore rimane sempre quella di leggerli e magari diffonderli come facciamo noi.
Ma sapete com’è, dopo tutte quelle gare olimpiche mi è rimasto un po’ di spirito agonistico e quindi ho lanciato agli amici lettori questa quasi impossibile sfida tra il raffinato romanzo di Julian Barnes, Il senso di una fine (Einaudi)  e il perfetto libro di John Williams, Stoner (Fazi editore), di cui si è già parlato ampiamente nel blog.
Continua a leggere

Limbo, Melania Mazzucco

Ieri al gdl di Mantova, Librar, abbiamo parlato di Limbo di Melania Mazzucco (Einaudi). Visto che è stata una discussione molto intensa e coinvolgente volevo riportarvene un assaggio, anche per rispondere ad Antonella che si accinge a leggerlo.

Immagine

L’idea è poi quella di fare una sorta di ponte dal gruppo faccia a faccia a quello virtuale. Se avete già letto il libro o magari quando lo farete potete contribuire alla nostra discussione iniziale.

Intanto la scelta che ho fatto io con molta convinzione non è stata facile da accogliere dai componenti del gruppo per vari motivi: qualcuno pensava che la Mazzucco fosse un’autrice difficile, altri erano frenati dalla lettura del risvolto di copertina e temevano l’argomento troppo doloroso.

Alcuni altri hanno addirittura pensato di venire alla discussione per poi decidere se leggerlo o meno. Tutto legittimo, certo, ma questi ultimi secondo me si sono sentiti come quando in una giornata caldissima vai in spiaggia e siccome non hai il costume non puoi fare il bagno.

Ma veniamo alla discussione. Tutti hanno avuto parere molto positivo sul libro, cosa che spesso uccide il gdl perché al di là di “bello, davvero” non succede molto altro. Qui invece no e il merito va tutto a Limbo.
Continua a leggere

Piccoli editori a Mantova, 4-5 giugno 2011

Nel programma, sabato 4, anche un piccolo raduno dei Gruppi di lettura
Tutte le info nel comunicato stampa:

Ritorna Piccoli editori a Mantova, il viaggio nel mondo della lettura che vede coinvolti, tutti insieme e in sinergia, editori, biblioteche, librerie e lettori. L’esposizione organizzata dal Centro Culturale Gino Baratta e dal Sistema Bibliotecario Grande Mantova vuole essere un nuovo e significativo momento per favorire l’incontro tra libro e lettore.
Continua a leggere

Piccoli editori a Mantova

Ciao a tutti,
ecco una segnalazione che è anche un ringraziamento a tutti voi. L’idea infatti di organizzare una piccola mostra mercato dei piccoli editori  senza la presenza degli editori e senza incontri con l’autore, ma valorizzando le professionalità di librai e bibliotecari e con l’aiuto dei lettori dei gruppi di lettura, nasce anche dalle considerazioni che si fanno su questo blog.
Ecco locandina e descrizione dell’appuntamento. e ancora grazie.

Mantova: Biblioteca Baratta (Corso Garibaldi, 88)
Mostra-mercato dei Piccoli Editori
24-25-26 settembre 2010

Continua a leggere

Ad ogni lettore il suo libro

Esiste sicuramente un libro per ogni lettore, anche per quelli che non credono di esserlo. Il problema a volte è solo farli incontrare. Forti di questa certezza, per aiutare nella scelta e quindi proporre il maggior numero di segnalazioni, anche di libri di piccoli e medi editori che hanno le capacità per pubblicare buone letture, ma poi non hanno le banane per promuoverle e farle conoscere come meritano è nato AD OGNI LETTORE IL SUO LIBRO.

Il progetto, ideato dalle biblioteche mantovane, è in realtà uno strumento per tutti, basta infatti consultarlo o iscriversi per essere sempre aggiornati sulle novità acquistate dalla biblioteche mantovane, ma che naturalmente rispecchiano gran parte della produzione editoriale disponibile nel nostro paese. Tantissime le categorie e gli argomenti dal diritto all’informatica, dai gialli ai fumetti.
Da una parte vengono evidenziati in tempo reale i titoli acquisiti dalle biblioteche, mentre dall’altra una piccola redazione con l’indispensabile aiuto dei bibliotecari e degli utenti, segnala le letture consigliate, corredate di schede agili e personali, in particolare per la narrativa.

Presto poi ci sarà un settore all’interno del profilo lettore dedicato ai gruppi di lettura e alle loro segnalazioni.

Andate a vederlo e ditemi cosa ne pensate http://www.biblioteche.mn.it/LibriLettori.jsp

E magari iscrivetevi, non è necessario essere iscritti alle biblioteche mantovane, è un servizio per tutti i lettori!

LEGGERE I LETTORI

Anche se cerco di frenarmi e riconosco che incorro spesso in colossali fregature sono però sempre attratta dai romanzi che parlano in qualche modo di libri. Ne ho un’intera collezione con segnalati i brani sulla lettura, sulle biblioteche, sui lettori.  Naturalmente mi avvicino alla felicità quando trovo la figura di un lettore in un ambito inaspettato, ma di questo parleremo un’altra volta.  Con una certa cautela ma anche con una buona dose di speranza ho quindi  cominciato a leggere I LIBRI DI LUCA di Mikkel Birkegaard (Longanesi) e LA SOCIETA’ LETTERARIA DI GUERNSEY di Mary Ann Shaffer (Sozogno).

Per i più impazienti ecco il risultato: leggeteli, ne vale la pena.
leggi tutto il post

Dedicato a tutti voi

 

 

 

 

Il lettore ideale non ricostruisce una storia: la ricrea.

Il lettore ideale non segue una storia: vi prende parte.

Per il lettore ideale tutte le battute sono nuove.

Il lettore ideale sa quel che lo scrittore intuisce soltanto.

Il lettore ideale sovverte il testo. Il lettore ideale non dà per scontata la parola dello scrittore.

Il lettore ideale è un lettore cumulativo: ogni volta che legge un libro aggiunge un nuovo strato di memoria alla narrazione.

Ogni lettore ideale è un lettore associativo. Legge come se tutti i libri fossero opera di un unico autore eterno e fecondo.

Il lettore ideale non riesce ad esprimere a parole il proprio sapere.

Nel chiudere il libro, il lettore ideale sente che, se non l’avesse letto, il mondo sarebbe più povero.

Il lettore ideale ha un gran senso dell’umorismo.

Il lettore ideale non conta mai i suoi libri.

Il lettore ideale è generoso e al contempo avido.

Il lettore ideale legge tutta la letteratura come se fosse anonima.

Paolo e Francesca non erano lettori ideali, perché confessano a Dante che, dopo il primo bacio, non lessero oltre. I lettori ideali si sarebbero baciati per poi proseguire la lettura. Un amore non esclude l’altro.

Il lettore ideale condivide l’etica di Don Chisciotte, il desiderio di Madame Bovary, la lascivia della donna di Bath, lo spirito di avventura di Ulisse, la tempra di Holden Caulfield, almeno per la durata del racconto.

Il lettore ideale è politeista.

Robinson Crusoe non è un lettore ideale. Legge la Bibbia per trovarvi risposte. Il lettore ideale legge per trovare domande.

Per il lettore ideale, è possibile leggere ogni libro, in certa misura, come la propria autobiografia.

Il lettore ideale non ha nazionalità precisa.

Il lettore ideale conosce l’infelicità.

I lettori ideali cambiano con l’età. L’esperienza offusca alcune letture.

Il lettore ideale è capace di innamorarsi di uno dei personaggi del libro.

Il lettore ideale non si preoccupa degli anacronismi, della veridicità documentale, dell’esattezza storica, della precisione topografica. Il lettore ideale non è un archeologo.

Il lettore ideale desidera giungere alla fine del libro, ma anche sapere che il libro non finirà mai.

Il lettore ideale non è mai impaziente.

Il lettore ideale non si preoccupa dei generi letterari.

Il lettore ideale è (o sembra) più intelligente dello scrittore; il lettore ideale non gliene fa una colpa.

Il lettore ideale è il protagonista del romanzo che sta leggendo.

La letteratura non dipende dai lettori ideali, ma solo da lettori sufficientemente bravi.

 

(ALBERTO MANGUEL, AL TAVOLO DEL CAPPELLAIO MATTO, ARCHINTO)

gruppi di lettura a Festivaletteratura

eccomi qui finalmente e scusate il ritardo.

Quello che compare in fondo al programma cartaceo negli eventi collaterali è questo:

PICCOLO RADUNO DEI LETTORI

I lettori di tutta Italia che fanno parte di un gruppo di lettura presenti a Mantova in occasione del Festival si incontrano per conoscersi e scambiarsi programmi e progetti. Ci sarà un ospite a sorpresa che parlerà della lettura condivisa. L’appuntamento è in piazza Concordia sabato 6 alle ore 12.15. 

Luogo, orario e ospite ci sono. Adesso dobbiamo trovare un modo per riconoscerci e portare il materiale che abbiamo. Sto organizzando per avere qualcosa da mangiare e bere insieme e poi via! ognuno riparte per seguire i suoi eventi.

50 scrittori gialli da leggere prima di morire

ce l’ho fatta!

Ecco la traduzione in italiano della lista del Telegraph che ci aveva segnalato giuliaduepuntozero, che ringrazio. Ho pensato di condividere il lavoro intanto con voi. Poi l’ho proposto alle biblioteche per fare una vetrina estiva. Ci sono già alcuni titoli che mi stuzzicano e che mi erano completamente sconosciuti.
continua a leggere