Archivi categoria: Biblioteca

Bookcity Milano 2013, la minimaratona di lettura delle biblioteche comunali milanesi

Settimana di Bookcity a Milano. Per tutto il ricchissimo programma vale la pena consultare il sito ufficiale. Segnaleremo direttamente qualche iniziativa che ci sembra vicina allo spirito dei gruppi di lettura.

Cominciamo con la

MiniMaratona di lettura delle biblioteche comunali milanesi (il programma presentato dagli organizzatori):

Continua a leggere

Digital Public Library of America: buone notizie per i libri e la cultura

La Digital Public Library of America – ufficialmente nata il 18 aprile scorso – è un bel progetto che aiuta a pensare in modo ottimistico al futuro dei libri e delle informazioni.
Il modo migliore per avvicinarla è consultarne il sito web, che è la porta attraverso la quale entrare in questa grande avventura del sapere.

DPLA

In breve, la DPLA è un archivio di archivi, una *”federazione” digitale di biblioteche. L’obiettivo è rendere raggiungibile sul Web, gratuitamente, i patrimoni digitalizzati di tutte le bilblioteche degli Usa. Continua a leggere

Ceci n’est pas un GdL

René Magritte - La trahison des images (1929) LA County Museum of ArtOgni nascita di un gruppo di lettura nel nostro paese andrebbe festeggiata con un coro di urrà, ma quella del gruppo di lettura promosso dall’editore Neri Pozza in collaborazione con la biblioteca Sormani di Milano suscita, oltre al plauso, qualche perplessità. Sia chiaro: siamo strenui difensori della diversità, unicità, originalità di ogni GdL, del diritto di ognuno a scegliere la sua strada, la sua formula organizzativa, il suo stile di lavoro. Ma ci sono alcune cose che stanno scritte nel DNA di un GdL, nel suo nome: chiunque è libero di fare altro ma dovrebbe cambiare anche il nome di quello che fa, almeno per una questione linguistica, perché se no  rischiamo di parlare lingue diverse e di non capirci per nulla. Continua a leggere

Il rubino di fumo, Philip Pullman, letto dal nuovo gruppo di lettura ragazzi della Biblioteca di Cologno Monzese

Sono tre, per ora. Hanno tra gli 11 e i 15 anni. Si sono conosciuti in biblioteca e lì si ritrovano più o meno una volta al mese per parlare, tra l’altro, di libri.
Hanno chiesto di poter estendere le loro impressioni di lettura a qualcuno in più attraverso il blog. Ed eccoli qui: Giulia, Giulio e Pietro, il nuovo gruppo di lettura ragazzi della biblioteca di Cologno Monzese.
Hanno letto Il rubino di Fumo di Philip Pullman, pubblicato da Salani, e qui di seguito trovate il loro commento, inviatomi qualche settimana fa e che io pubblico senza cambiarne neanche una virgola. Leggete e stupitevi, buona lettura.

Caro lettore,

nell’ultimo incontro del mese di maggio abbiamo letto e approfondito Il rubino di fumo, libro di Philip Pullman, ricco di  intrighi ed emozioni, in cui appare come protagonista  una ragazza decisa, sveglia e molto abile nel fare sempre la scelta giusta. Con questa sua personalità originale e determinata  la giovane abbandona la casa e tutto ciò che possiede, per percorre i bassifondi di una Londra Vittoriana, pedinata e inseguita sempre da assassini e ladri, che non esiterebbero un solo istante nell’ucciderla.
Continua a leggere

Ebook e chaise longue. Discutendo con Tombolini

Chaise longue Le Corbusier

di Luca Ferrieri | Antonio Tombolini, uno dei protagonisti dell’ebook italiano, sul suo blog, e su quello di Virginia Gentilini, ha avanzato una serie di proposte sul rapporto ebook-biblioteche. Siccome Tombolini è piuttosto fantasioso, di proposte ne sta facendo tante, comprese alcune che si escludono tra loro ;-) ma io mi limiterò a discuterne un paio. Il dibattito prende le mosse dall’accordo BL-MLOL di cui si è già parlato in questo blog, e riguarda il “modello economico” del prestito dell’ebook in biblioteca. In sostanza chi deve pagare, e in che proporzione, per avviare questo servizio di lettura digitale. Continua a leggere

Prestito degli e-book in biblioteca: novità, potenzialità e dubbi dopo l’accordo BookRepublic – MediaLibraryOnLine


di Luca Ferrieri | È di questi giorni la notizia di un accordo tra BookRepublic (BR) e MediaLibraryOnLine (MLOL) sul prestito degli ebook in biblioteca, che presenta alcune importanti novità e ripropone anche alcuni interrogativi di fondo. Vediamo.

L’accordo, in sintesi, prevede:
Continua a leggere

Dieci buoni motivi per andare in biblioteca

Strano parlare di motivi per andare in biblioteca su un blog di un gruppo di lettura, frequentato, con tutta probabilità, da lettori “forti”, da persone che le biblioteche dovrebbero conoscerle come le proprie tasche. Eppure non è proprio così scontato che chi legge conosca bene le potenzialità che nasconde una buona biblioteca.

Library, illustrazione di Vikki Chu. (http://vikkichu.com/index.php)

In un periodo in cui comincia ad essere in discussione il ruolo di questa istituzione, che molti considerano ormai inutilmente costosa, polverosa e in declino a causa delle nuove modalità di lettura digitale, è bene ricordare esattamente cos’è una biblioteca, cosa può essere,perché deve esistere e resistere.

I bibliotecari ovviamente sono in prima linea in questa opera di divulgazione delle ragioni delle biblioteche ed è proprio da un libro di un bibliotecario piuttosto importante in Italia, Stefano Parise, presidente dell’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), che voglio prendere spunto per incominciare a parlare di questo tema.

Dieci buoni motivi per andare in biblioteca, dieci piccoli racconti, un preludio e un intermezzo pensati per chi le biblioteche non le conosce, per spiegare a tutti perché invece potrebbe essere interessante farci un giro.
Continua a leggere

La biblioteca autogestita di Occupy Wall Street

Approfitto di questa fotografia per introdurre il tema della diffusione delle proteste dei giovani (ma non solo giovani) in molte parti del pianeta. Per intenderci, quelle che hanno alcune similitudini con gli Indignados spagnoli.
È un’immagine della Occupy Wall Street Library: in Liberty Plaza, una biblioteca collettiva e pubblica, autogestita dai manifestanti, che presta i libri e altro materiale (riviste, zines varie, pamphlet).

Occupy Wall Street Library
Occupy Wall Street Library (peopleslibrary.wordpress.com)

Per ora mi limito a leggere e a capire meglio. Anche se, così d’istinto, la faccenda mi piace parecchio e mi ispira un certo senso di rinnovata fiducia.
Continua a leggere