We must recognise that single events have multiple causes

di Joe Boswell/Aeon Magazine

A few years ago now, I went a bit mad. A relationship in which I was deeply invested had just come to a skidding halt, and I was desperate to understand why. Was it my fault? Was it hers? What, precisely, had been the cause?

Continua a leggere We must recognise that single events have multiple causes

Quando la nostra vita entra nella mappa del lettore

La nostra lettura si intreccia in modo inestricabile – forse troppo –  con il resto della vita. Il discorso generato dalla lettura diventa così irriducibile a qualsiasi ortodossia, qualsiasi interpretazione derivata. Addirittura – paradosso per un Gdl – : impossibile da comunicare davvero agli altri

Charles-Sheeler-GoldenGate-1955
Charles Sheeler, Golden Gate, 1955 (WikiArt, Fair Use)

Ancora una aggiunta al tema della mappa del lettore (della quale abbiamo già tracciato le coordinate).

Questa volta per ricordarci come le vicende personali di ciascun lettore, osservate dopo alcune letture, entrino nella mappa di quel lettore, sia come fattore emotivo, sia come conoscenza rielaborata.
Continua a leggere Quando la nostra vita entra nella mappa del lettore

Il mondo delle canzoni di Bob Dylan in una serie tv

Secondo Variety – ripresa oggi da Repubblica – Amazon e la società di produzione cinematografica Lionsgate stanno lavorando a una serie tv ispirata ai personaggi delle canzoni di Bob Dylan.
La serie dovrebbe chiamarsi “Time Out of Mind” – titolo di un album di Bob Dylan del 1997.

bob-dylan
Bob Dylan

La contaminazione fra media e generi è sempre affascinante. È una prova cui il lettore si sottopone, magari con spirito contraddittorio, ma – credo- meriti sempre disponibilità.

Continua a leggere Il mondo delle canzoni di Bob Dylan in una serie tv

I 10 libri più belli del 2015 secondo El País

Alla selezione dei libri più belli secondo il New Tork Times e a quella di Repubblica, aggiungo la lista dei 10 libri migliori del 2015 secondo il quotidiano spagnolo El País, un elenco contenuto nel blog Babelia.

McEwan, Ian
Lo scrittore Ian McEwan

A 50 critici e collaboratori è stata chiesta la lista dei libri migliori dell’anno e ciascuno di loro (24 uomini e 22 donne di Spagna e America Latina) ha scelto 5 titoli assegnando un punteggio da 5 a 1.

Alla fine, tirate le somme, ecco quali sono i libri che hanno raggiunto i voti più alti. Continua a leggere I 10 libri più belli del 2015 secondo El País

La Recherche di Proust: la guida alla lettura di “All’ombra delle fanciulle in fiore” del Gdl di Cologno Monzese

Il gruppo di lettura della Biblioteca di Cologno Monzese si è riunito il 1 ottobre per discutere insieme del secondo libro di “Alla ricerca del tempo perduto” di Marcel Proust: All’ombra delle fanciulle in fiore.

Il progetto di lettura è inziato a giugno. Ormai siamo tutti molto presi in questo viaggio tra le pagine “immense” dell’opera proustiana e non abbiamo intenzione di fermarci. A dicembre (il 10 o il 17 – seguono aggiornamenti) alle ore 21, infatti, ci incontreremo ancora per la lettura del terzo volume: “I Guermantes”. L’incontro è aperto (come sempre) a tutti.

Come già fatto per il primo volume (“La strada di Swann”) ecco la nostra guida di lettura al secondo libro. Nessuna pretesa esaustiva, ma una serie di appunti e notazioni scaturiti dai membri del gruppo e che volentieri condividiamo.

Leggi anche: La guida alla lettura di “La strada di Swann” Continua a leggere La Recherche di Proust: la guida alla lettura di “All’ombra delle fanciulle in fiore” del Gdl di Cologno Monzese

Proust e “All’ombra delle fanciulle in fiore” al Gruppo di Lettura di Cologno Monzese

Ci siamo. Il Gruppo di Lettura di Cologno Monzese, dopo la pausa estiva, torna a incontrarsi per parlare insieme del secondo volume di “Alla ricerca del tempo perduto” di Marcel Proust: “All’ombra delle fanciulle in fiore”. L’appuntamento è per giovedì 1 ottobre alle ore 21 presso la biblioteca comunale.

L’incontro come sempre è aperto a tutti, a chi ha letto anche il primo volume e a chi non l’ha fatto, a chi si è perso e non ha continuato, a chi invece è arrivato fino alla fine e magari è già tra le pagine del terzo o del quarto libro.

In ogni caso, per chi avesse voglia di rinfrescarsi la memoria sul primo volume, “La strada di Swann“, ecco la breve guida alla lettura del nostro gruppo, sintesi delle osservazioni di tutti. Vi aspettiamo!

La guida alla lettura del primo volume: “La strada di Swann”