83996863

Rond� sorteggiato
m.c – l.f.
ottobre 2002
Cari lettori,
il fato, il destino o il caso(?) ha emesso il suo verdetto per mano di Carmen Carlotta, la persona pi� a portata di mano fra i partecipanti al gruppo di lettura e il libro sorteggiato � Rond� di Kazimierz Brandys (E/O, 8,26 euro) [proposto da Stefano Mastromauro]
L’estrazione, avvenuta davanti a testimoni, , vi assicuriamo, � stata assolutamente regolare.
Ora la biblioteca acquister� una copia del libro per ciascun partecipante al gruppo e pensiamo che potranno ragionevolmente essere ritirate in biblioteca tra circa una settimana, insieme a una bibliografia e a diversi materiali documentari sull’autore.

Ora pensiamo di proseguire cos�:
* Mercoled� 22 ottobre (anzi no, 30 ottobre), ore 20,45, riunione del Gruppo di lettura (GdL) su Rond� di Brandys. Si consiglia la lettura delle prime cinquanta pagine.
Per la finestra di lettura (lo spazio di 5-10 minuti di lettura ad alta voce a disposizione di ogni partecipante al gruppo) si accettano candidature: scriveteci una mail con la vostra disponibilit� e proposta. Chi primo arriva, primo legge.

* Gioved� 7 novembre, ore 20.45, riunione del GdL con Piero Cavaleri, direttore della Biblioteca della LIUC di Castellanza. I libri scelti per la conversazione sono:
– Complessit� : uomini e idee al confine tra ordine e caos /
Morris Mitchell Waldrop ; traduzione di Libero Sosio. – 2. ed. – Torino : Instar libri,
1996. – xxxii, 589 p. ; 21 cm. – ISBN 88-461-0010-7
– Complessit� 2000 di Silvio Cammarata , Etas, 1999

A disposizione per ogni chiarimento, vi aspettiamo mercoled� 22 (anzi no 30)
(In biblioteca, naturalmente: Piazza Mentana 1, Cologno M.se)

I bibliotecari
Luca Ferrieri e Marilena Cortesini
Biblioteca civica di Cologno Monzese
Piazza Mentana 1 – 20093 Cologno M.se (Mi) ITALIA
Tel. +39 02 25308359; +39 02 25308363; +39 02 25308317
Fax: +39 02 27300890
E-mail: biblioteca@comune.colognomonzese.mi.it
http://www.biblioteca.colognomonzese.mi.it

Annunci

83996863

Rond� sorteggiato
m.c – l.f.
ottobre 2002
Cari lettori,
il fato, il destino o il caso(?) ha emesso il suo verdetto per mano di Carmen Carlotta, la persona pi� a portata di mano fra i partecipanti al gruppo di lettura e il libro sorteggiato � Rond� di Kazimierz Brandys (E/O, 8,26 euro) [proposto da Stefano Mastromauro]
L’estrazione, avvenuta davanti a testimoni, , vi assicuriamo, � stata assolutamente regolare.
Ora la biblioteca acquister� una copia del libro per ciascun partecipante al gruppo e pensiamo che potranno ragionevolmente essere ritirate in biblioteca tra circa una settimana, insieme a una bibliografia e a diversi materiali documentari sull’autore.

Ora pensiamo di proseguire cos�:
* Mercoled� 22 ottobre (anzi no, 30 ottobre), ore 20,45, riunione del Gruppo di lettura (GdL) su Rond� di Brandys. Si consiglia la lettura delle prime cinquanta pagine.
Per la finestra di lettura (lo spazio di 5-10 minuti di lettura ad alta voce a disposizione di ogni partecipante al gruppo) si accettano candidature: scriveteci una mail con la vostra disponibilit� e proposta. Chi primo arriva, primo legge.

* Gioved� 7 novembre, ore 20.45, riunione del GdL con Piero Cavaleri, direttore della Biblioteca della LIUC di Castellanza. I libri scelti per la conversazione sono:
– Complessit� : uomini e idee al confine tra ordine e caos /
Morris Mitchell Waldrop ; traduzione di Libero Sosio. – 2. ed. – Torino : Instar libri,
1996. – xxxii, 589 p. ; 21 cm. – ISBN 88-461-0010-7
– Complessit� 2000 di Silvio Cammarata , Etas, 1999

A disposizione per ogni chiarimento, vi aspettiamo mercoled� 22 (anzi no 30)
(In biblioteca, naturalmente: Piazza Mentana 1, Cologno M.se)

I bibliotecari
Luca Ferrieri e Marilena Cortesini
Biblioteca civica di Cologno Monzese
Piazza Mentana 1 – 20093 Cologno M.se (Mi) ITALIA
Tel. +39 02 25308359; +39 02 25308363; +39 02 25308317
Fax: +39 02 27300890
E-mail: biblioteca@comune.colognomonzese.mi.it
http://www.biblioteca.colognomonzese.mi.it

83996739

letture da sorteggiare
-m.c.- l.f.
ottobre 2002
Gruppo di lettura “la musica del caso”.
Diamo seguito alle precedenti comunicazioni per inviarvi la lista dei titoli che porremo in sorteggio:
Allende, La casa degli spiriti
Bateson, Verso un’ecologia della mente
Ben Jelloun, Creatura di sabbia
Bowles, Il te nel deserto
Brandys, Rond�
Bukowski, Post Office
Capra, Il Tao della fisica
Denevi, Rosaura alle dieci
Gordimer, L’aggancio
Gould, Il sorriso del fenicottero
Hawtorne, La lettera scarlatta
Moore, Una catena di rose
Morin, La testa ben fatta
Parks, Destino
Serra, Cerimonie
Terzani, Un indovino mi disse
Yourcenar, Il tempo grande scultore
Zambrano, Delirio e destino

QUESTE LE REGOLE:

1) Ognuno di voi ha tempo fino al 30 settembre per inviarci eventuali proposte integrative (solo un titolo a testa). Vi preghiamo di proporre titoli che abbiano qualche attinenza al percorso fatto, preferibilmente fiction o saggistica non specialistica;

2) Ognuno di voi ha tempo fino al 30 settembre per esprimere un veto. Il libro che chiunque di voi metter� all’indice sar� cancellato dall’elenco e non parteciper� al sorteggio. Questa norma � pensata per evitare che il libro posto sotto lente di ingrandimento sia particolarmente inviso a qualcuno di voi. Naturalmente vi preghiamo di usare del potere di veto con la massima responsabilit�, esercitandolo solo in caso di conclamata idiosincrasia verso un autore o un testo. Naturalmente chi veta, poi, legge (col gruppo).

3) Il nuovo elenco con esclusioni e aggiunte vi sar� comunicato l’ 1 ottobre. Il 2 effettueremo il sorteggio e da questa data saprete il titolo su cui eserciteremo con molto piacere il nostro accanimento di lettura.

4) Eventuali nuove richieste di adesione al gruppo, legate eventualmente al titolo sorteggiato, dovranno essere inviate a noi per essere sottoposte al gruppo compatibilmente con il numero massimo di partecipanti che � di circa 25).

Cordiali saluti a tutti

————–
I bibliotecari
Luca Ferrieri e Marilena Cortesini
Biblioteca civica di Cologno Monzese
Piazza Mentana 1 – 20093 Cologno M.se (Mi) ITALIA
Tel. +39 02 25308359; +39 02 25308363; +39 02 25308317
Fax: +39 02 27300890
E-mail: biblioteca@comune.colognomonzese.mi.it
http://www.biblioteca.colognomonzese.mi.it

83996739

letture da sorteggiare
-m.c.- l.f.
ottobre 2002
Gruppo di lettura “la musica del caso”.
Diamo seguito alle precedenti comunicazioni per inviarvi la lista dei titoli che porremo in sorteggio:
Allende, La casa degli spiriti
Bateson, Verso un’ecologia della mente
Ben Jelloun, Creatura di sabbia
Bowles, Il te nel deserto
Brandys, Rond�
Bukowski, Post Office
Capra, Il Tao della fisica
Denevi, Rosaura alle dieci
Gordimer, L’aggancio
Gould, Il sorriso del fenicottero
Hawtorne, La lettera scarlatta
Moore, Una catena di rose
Morin, La testa ben fatta
Parks, Destino
Serra, Cerimonie
Terzani, Un indovino mi disse
Yourcenar, Il tempo grande scultore
Zambrano, Delirio e destino

QUESTE LE REGOLE:

1) Ognuno di voi ha tempo fino al 30 settembre per inviarci eventuali proposte integrative (solo un titolo a testa). Vi preghiamo di proporre titoli che abbiano qualche attinenza al percorso fatto, preferibilmente fiction o saggistica non specialistica;

2) Ognuno di voi ha tempo fino al 30 settembre per esprimere un veto. Il libro che chiunque di voi metter� all’indice sar� cancellato dall’elenco e non parteciper� al sorteggio. Questa norma � pensata per evitare che il libro posto sotto lente di ingrandimento sia particolarmente inviso a qualcuno di voi. Naturalmente vi preghiamo di usare del potere di veto con la massima responsabilit�, esercitandolo solo in caso di conclamata idiosincrasia verso un autore o un testo. Naturalmente chi veta, poi, legge (col gruppo).

3) Il nuovo elenco con esclusioni e aggiunte vi sar� comunicato l’ 1 ottobre. Il 2 effettueremo il sorteggio e da questa data saprete il titolo su cui eserciteremo con molto piacere il nostro accanimento di lettura.

4) Eventuali nuove richieste di adesione al gruppo, legate eventualmente al titolo sorteggiato, dovranno essere inviate a noi per essere sottoposte al gruppo compatibilmente con il numero massimo di partecipanti che � di circa 25).

Cordiali saluti a tutti

————–
I bibliotecari
Luca Ferrieri e Marilena Cortesini
Biblioteca civica di Cologno Monzese
Piazza Mentana 1 – 20093 Cologno M.se (Mi) ITALIA
Tel. +39 02 25308359; +39 02 25308363; +39 02 25308317
Fax: +39 02 27300890
E-mail: biblioteca@comune.colognomonzese.mi.it
http://www.biblioteca.colognomonzese.mi.it

83996653

verso una vera lettura collettiva
riunione del 19 settembre
Marilena e Luca
*
“A sedici anni ho cominciato a scuola a leggere Camus. Ancora oggi mi rimane il profumo di quella lettura”
Una partecipante al gruppo “La musica del caso”
*
Cari amici/amiche,

prima di tutto ci scusiamo se alcune persone non sono state avvisate della riunione del 19 settembre. Purtroppo alcuni messaggi spediti in posta elettronica misteriosamente sono tornati indietro (naturalmente dopo il 19).
La riunione del 19 � stata allietata e innaffiata dalla malvasia del signor Pezzotta e insaporita dai croccanti di Anna Recaldini (grazie!). Tra un boccone e l’altro ci siamo aggiornati sulle letture estive. Stefano Mastromauro ci ha portato “Il gioco e il caso” tratto dall’ultimo numero de “Lo straniero” (sono disponibili le fotocopie). Luigi ha “leggiucchiato” (� un suo modo per dire che non lo ha ancora imparato a memoria) “Il caso domato” di Hacking. Bianca ha letto “La testa ben fatta” di Morin. Anche la signora Franca Cangini ci ha parlato di Morin, trovandovi “un aiuto per vivere nell’incertezza”. Il signor Pezzotta ha letto un’intera biblioteca, tra cui ci limitiamo a ricordare “Destino” di Parks (che, ci ha avvertito, non ha molto a che vedere col titolo), “A ciascuno il suo” di Sciascia e “Creatura di sabbia” di Ben Jelloun. Carmen, che � reduce da Venezia e ormai legge a colpi di fotogrammi, cita “Il mentore come antimaestro” (che invece � un libro, pubblicato dalla Clueb; il rapporto tra cinema e lettura ha poi acceso qualche discussione). Mauro, nella sua estate di “letture caotiche”, si � dedicato all’amato Serra che, in “Cerimonie”, racconta il suo apprendistato politico nato dalla “volont� di dare ordine alle cose” e di “dare la parola ai muti”. Ci ha regalato una bella pagina di Yourcenar (“Il tempo, grande scultore”): “� senza troppo sperarci che dobbiamo cercare la stabilit�”. Un riferimento al solstizio ha provocato ricordi di tombe celtiche alla signora Merli. Anna Recaldini ha trovato nella prima met� de “L’aggancio” (di Nadine Gordimer) molti riferimenti al caso e nella seconda altrettanti al destino. Eccetera eccetera (molti altre “flames” di lettura hanno lambito la riunione ma non sono riassumibili in queste scarne note).
Bene, e ora cosa facciamo? L’idea � questa: proseguiamo il filone “scientifico” di approfondimento del tema caso/caos con un incontro con un “lettore dedicato” (che non � un nuovo modello di cd-rom ma Piero Cavaleri, direttore della Biblioteca della LIUC di Castellanza) e poi con un esperto divulgatore quale, per esempio, Franco Carlini, che ha scritto “La fisica del caos”. Parallelamente proseguir� il lavoro di lettura del gruppo, privilegiando la direttrice “intensiva” rispetto a quella estensiva fin qui percorsa. Insomma si sceglier� un libro (uno solo) e lo si far� a brani.
Nella riunione � stato deciso che questa volta la scelta avverr� per sorteggio. Non per niente siamo partiti da “La musica del caso”.
Le modalit� del sorteggio e la possibilit�, per ognuno di voi, di esprimere un “veto”, vi saranno illustrate nella prossima mail, cos� come la data dell’incontro con Piero Cavaleri. Infine � stato anche deciso che ogni riunione di lettura avr� una “finestra” (di 5 minuti) in cui, a turno, ognuno di noi porger� agli altri,
ad alta voce, un passo di un libro che lo ha particolarmente toccato.
Buone letture!

I bibliotecari

Luca Ferrieri e Marilena Cortesini
Biblioteca civica di Cologno Monzese
Piazza Mentana 1 – 20093 Cologno M.se (Mi) ITALIA
Tel. +39 02 25308359; +39 02 25308363; +39 02 25308317
Fax: +39 02 27300890
E-mail: biblioteca@comune.colognomonzese.mi.it
http://www.biblioteca.colognomonzese.mi.it

il caso, i numeri e le probabilit�

-l.g.- (settembre 2002)

alcune osservazioni dalla lettura di Ian Hacking, il caso domato, theoria;

– in biblioteca: 501 hac

Come riassume lo sesso Hacking nel primo capitolo del suo libro: l’indebolirsi del determinismo nel corso dell’ottocento apre la strada al caso. O meglio alle leggi del caso.

Mentre prima la casualit� era il baluardo del pensiero – vale a dire, in ogni ambito, il passato determina esattamente il futuro – “nel corso del xix secolo ci si rese conto che il mondo poteva essere regolare pur non essendo soggetto a leggi di natura universali” (dottrina della necessit�).

Un contributo decisivo a questa “erosione del determinismo” la diede la pubblicazione di una enorme quantit� di dati relative alle persone e alle loro abitudini. “La societa’ divenne statistica”.

E con le statistiche emerse un nuovo tipo di legge. Leggi che “erano espresse in termini di probabilita’ e comportavano le nozioni di normalita’ e di deviazione dalla norma”.

Questo processo ebbe un effetto importante anche sulle scienze naturali e contribu� al superamento del determinismo, per esempio in fisica: “l’evento concettuale decisivo della fisica del XX secolo � stato la scoperta che il mondo non � deterministico”, cos� inizia Hacking il suo libro.

Durante l’et� illuministica “il caso era considerato una superstizione popolare. (…) Il mondo, si diceva, spesso pu� sembrare casuale, ma solo perche’ non conosciamo l’inesorabile funzionamento dei suoi meccanismi reconditi” (leggi di natura).
L’avvento della societ� statistica rende il mondo e la societ�, probabilistica: quel che avviene non � frutto di volont� sovradeterminate, n� di leggi naturali, avviene e basta. E alcune cose avvengono con regolarit� altre meno.

Fa paura e tristezza vedere per esempio che in una dato quartiere di una citt�, al di l� delle enormi differenze di storie individuali, la probabilit� di morire ammazzati � cos� alta da avvicinarsi quasi alla norma. Si raccolgono i dati anno dopo anno e si scopre l’incidenza degli omicidi.

Quando avviene un omicidio sotto casa e noi abitiamo in quel quartiere e scopriamo che il morto questa volta � un nostro amico, potremmo dire che quello era il suo destino?; che la sfortuna lo affliggeva? Che � morto per caso?

Indubbiamente dovremmo riconoscere che aveva molte pi� probabilit� di morire cos� rispetto a se avesse abitato in un altro quartiere.
E soprattutto si sapeva che aveva pi� probabilit�. Era prevedibile la sua morte violenta.

La statistica in questo modo addomestica il caso, lo misura in termini di probabilit�.

Si potrebbe osservare dunque che cadere vittime di un omicidio in un’area dove gli omicidi sono pochissimi (deviazione dalla norma) � un fenomeno pi� vicino a quello che intendiamo comunemente come caso (altrimenti definibile come sfortuna) ed � forse in questo ambito concettuale che i discorsi sul caso prendono forma oggi.

Gli eventi che hanno meno probabilit� di avvenire sono pi� definibili “caso” in termini non rigorosi.

“Caso” da Garzanti dizionario

http://www.garzantilinguistica.it/club/italiano/

s. m.

1 evento fortuito, circostanza imprevedibile: i casi della vita | per caso, per un puro caso, accidentalmente | a caso, sbadatamente, oppure senza una precisa intenzione | si d� il caso che, capita che | guarda caso, per combinazione | far caso a qualcosa, prestarvi attenzione, badarvi | caso fortuito, (dir.) evento indipendente dalla volont� umana e imprevedibile

2 causa estranea al volere umano, cui si attribuisce il verificarsi di qualcosa: il caso volle che lo incontrassi; affidarsi al caso

3 situazione particolare: decidere secondo il caso | fare al caso, essere opportuno, adatto | essere, non essere il caso, essere, non essere opportuno: non � il caso di preoccuparsi

4 fatto, vicenda non comune; anche, vicenda che fa scalpore, spec. giudiziaria o amministrativa: esporre il proprio caso; un caso complesso, imbarazzante; un caso giudiziario; il caso Dreyfus | caso limite, fenomeno che presenta accentuata al massimo una determinata caratteristica | caso di coscienza, circostanza in cui si � in dubbio circa la corrispondenza dei nostri atti con le regole morali | caso da manuale, che ha valore di esempio | caso di stato, (fig. scherz.) di grande importanza | far caso, (fam.) far impressione, meraviglia: mi fa caso che non sia venuto

Sinonimi/Contrari

1 (evento fortuito, imprevedibile) Sin. combinazione, coincidenza, contingenza, imprevisto, fatalit�, casualit�

2 Sin. sorte, destino, fato

3 Sin. fatto, vicenda, episodio, evento, avvenimento; circostanza, situazione, frangente; questione, problema

4 Sin. possibilit�, eventualit�

5 (gramm.) Sin. funzione Specif. caso retto, caso obliquo.

– chance da

http://www.xrefer.com

In ordinary use, this term is interchangeable with ‘probability’ in ‘The chance of heads is 1/2’ but not in ‘Shall we take a chance and hire him?’ Among experts, however, there are more distinctions, or attempted distinctions, between ‘chance’, ‘probability’, ‘degree of belief’, ‘relative frequency’, ‘propensity’, ‘likelihood’, and some others. For a given coin-tossing device, we may think of (1) the actual frequency of heads in a given series of tosses, (2) the betting-rate a given person would offer on heads for a prospective toss, (3) what the frequency would be for some prospective ‘long’ run, (4) the dispositional condition of the device to produce heads, and other related things. We may come to disagree over whether we are identifying something definite and whether to call it ‘chance’.
A traditional question in philosophy concerns the view that nothing ever really happens merely ‘by chance’. On this view, even though the probability or chance of heads for a single toss may be explained in various theories as being 1/2, it will none the less be true that the outcome of the toss was causally determined in advance. In this discussion ‘mere chance’ is seen by its proponents as a feature of events that, contrary to metaphysical determinism, are not completely caused by antecedent events, and, contrary to metaphysical libertarianism, are not caused by ‘free agents’ either.

J.C.

Bibliography Ian Hacking, The Emergence of Probability: A Philosophical Study of Early Ideas about Probability, Induction and Statistical Inference (Cambridge, 1975).

K. R. Popper, ‘The Propensity Interpretation of Probability’, British Journal of the Philosophy of Science (1959). The Oxford Companion to Philosophy, � Oxford University Press 1995

————————————————
1)Ian Hacking, il caso domato, theoria, pag. 1

il caso, suggerimenti di un assente

Aldo Maiorano

Gruppo di lettura “La musica del caso” 23/06/02

Non a caso Caos � anagramma di Cosa e di Caso (L. De Crescenzo, Panta rei, Milano, Mondadori, 1997)
Mi � molto dispiaciuto di non aver potuto, finora, partecipare agli incontri del vostro gruppo di lettura, causa impegni di lavoro (scrutini ed esami di maturit�), ma ho, comunque ed almeno, letto con attenzione ed interesse i resoconti da te inviatimi tramite posta.

Solo ora ho trovato un po’ di tempo, in questa torrida e quasi africana domenica di giugno, per provare a scrivere qualcosa e inviarvi il mio piccolo contributo. Il caso. Che cosa? Il caos! Per caso, dal caos dei miei ricordi, affiorano casualmente e caoticamente ma necessariamente associate tra loro le seguenti cose, mescolate e confuse, come nella vita o quasi metafora della vita, tra sacro e profano:

Una canzone di Ligabue: Quando tiri in mezzo Dio, il destino o chiss� che. Che nessuno te lo spiega perch� sia successo a te (Il giorno di dolore che uno ha); Un film leggero leggero: Sliding doors, nel suo lieve minimalismo non privo di qualche efficace riferimento a quel mondo delle coincidenze e di incontri casuali e fortuiti, pur destinati in qualche caso a segnare i destini delle esistenze quotidiane individuali; Un celebre aforisma di Nietzsche: Bisogna avere in s� il caos per partorire una stella che danzi; Un sempre valido suggerimento di Paulo Coelho: Mantenetevi folli, e comportatevi come persone normali (Veronika decide di morire, Bompiani);

Una storica lettera: quella di Epicuro a Meneceo, pi� nota come lettera sulla felicit�…di esse alcune avvengono per necessit�, altre per caso, altre a nostro arbitrio. La necessit� � irresponsabile, il caso � instabile; invece il nostro arbitrio � libero…

Com’� noto, caso in greco � tyche (quello che capita), in latino fortuna; in entrambe le lingue il termine assumeva valore sia positivo, sia negativo e tanto Tyche quanto Fortuna erano venerate come divinit�; Un romanzo filosofico per adulti-ragazzi e ragazzi-adulti: L’enigma del solitario di Jostein Gaarder, consigliatomi da una mia alunna e molto amato, in genere, dalle ragazze ed ottima introduzione, insieme al Mondo di Sofia, allo studio della filosofia;
Un romanzo, dal successo meritato, sulla poliedrica polarit� caso-destino: La casa degli spiriti di Isabel Allende, sugli eventi drammatici e coinvolgenti di una famiglia, di un paese e di un popolo che tanto hanno segnato – per caso o per destino?- anche la storia della mia adolescenza e della mia generazione, trascinandola all’impegno civile e politico;

Un bel corposo e sostanzioso percorso sulla storia del pensiero scientifico e filosofico contemporaneo, contrassegnato dal dileguarsi delle certezze metafisiche e dalla crisi dei fondamenti del sapere e delle grandi narrazioni otto-novecentesche e dall’emergere faticoso di una nuova visione globale, sistemica ed ecologica della realt�, nel tentativo di sintetizzare il meglio della tradizione spirituale dell’Occidente e dell’Oriente.

Alcuni autori e testi fondamentali: J. Monod, Il caso e la necessit�;
F. Capra, Il Tao della fisica;
G. Bateson, Verso un’ecologia della mente;
…Ma si potrebbe, forse pi� realisticamente e proficuamente, iniziare dalla lettura di un denso volumetto di E. Morin, La testa ben fatta, Cortina.

Per ricominciare a tessere, nella gigantesca e globale torre di Babele in cui siamo sempre pi� irretiti, disorientati e persi per l’esplosione incontrollata delle informazioni e delle conoscenze, la tela del nostro destino, senza arrendersi al caos delle cose e del caso. E con ci�, ricominciare a provare a dare una risposta ad alcune delle fondamentali domande del grande poeta Eliot: Dov’� la conoscenza che perdiamo nell’informazione? Dov’� la saggezza che perdiamo nella conoscenza?

Un saluto e tanti auguri di buon lavoro a tutti

Aldo Maiorano