Cologno Monzese: La poesia cammina per le strade, 8 aprile 2017

La “piccola maratona dei racconti di poesia”: la poesia incontra l’oralità, la lettura incontra il teatro di narrazione

poesia cologno monzese 8 aprile 2017

Dove: Cologno Monzese, via Alessandro Volta
Quando: 8 aprile 2017, ore 20:30
Cosa: Poesia, sorprendente, sul palco

Spiegano gli amici della Biblioteca di Cologno:

Con la biblioteca di Cologno Monzese, e le biblioteche sorelle delle città di Guadalajara (Spagna), Grenoble (Francia) e Fundao (Portogallo), e grazie a un progetto europeo, la poesia torna protagonista di una serata che si svolgerà al Cineteatro “Peppino Impastato” di Cologno l’8 aprile 2017 dalle ore 20.30 in poi.

Non è un reading, non è teatro, non è improvvisazione poetica: è un misto di tutte queste cose e anche qualcosa in più. Riprendendo l’originale formula della “maratona”, coniata dalla biblioteca di Cologno nel 2005, si cercherà di far incontrare la poesia con l’oralità, la lettura con il teatro di narrazione.
Aprirà la serata il coro peripoetico che metterà in scena un dialogo a più voci tra un anelante poeta, un “passeggiatore di cani” e Federico (Federico chi? Per ora non possiamo dirvi di più…). Poi sul palco si alterneranno i lettori che racconteranno l’esperienza di leggere poesia, i giovani vincitori degli slam delle scuole superiori, i poeti performativi ed elettronici, i musicisti di PianoChePiove.
Verranno letti i “centoni” e le “poesie dorsali” create dai giocolieri che frequentano la biblioteca nonché le “poesie stese” dai ragazzi che, con la patafisica Carmen, gli insegnanti e le bibliotecarie, il 21 marzo a Cologno hanno portato la poesia a spasso per le strade.
Ma il piatto forte della serata sarà la performance degli “otto di Sigüenza”. Non si tratta di una variante raddoppiata della “banda dei quattro”, ma di otto artisti (due per ogni paese partecipante) che il progetto europeo ha chiuso “in convento” per dieci giorni a lavorare ed elaborare, in quattro lingue e con tante passioni in comune. Lo spettacolo che ne è uscito e che presenteremo durante la maratona “è un grido di libertà che si inchioda nello spettatore”, hanno detto le recensioni della prima tenuta in Spagna il 17 marzo. “Non importa sapere il latino per capirlo: rimiamo tutti nella stessa direzione, abbattendo i muri e costruendo ponti”.

Il programma completo

Strade che si incontrano
C’era una volta una piccola “maratona di racconti di lettura”. Nata nel 2006 e proseguita a fasi alterne fino al 2014, era ed è figlia di un progetto europeo, e della collaborazione a libri aperti tra la biblioteca e il Seminario de Literatura Infantil y Juvenil di Guadalajara (ES), la biblioteca di Cologno M.se (IT), il Centre des Art du Recit di Grenoble (FR) e Museu de Arquelogia con la biblioteca di Fundao (PT).
L’iniziativa sorgeva dalla folle idea di portare la lettura su un palcoscenico, restituendone, con un racconto interpretativo, le corde più segrete, l’impatto sulla storia e sulla vita di ogni lettore. Facendo così incontrare la lettura e il teatro di narrazione, l’oralità e la scrittura.
La nostra maratona non è mai diventata grande (saremmo tentati di dire: per fortuna), ma è cresciuta per le strade dove la cultura è di strada e le storie passano di bocca in bocca, come i libri di mano in mano. Così quando c’è stata l’occasione di affrontare il tema della poesia, con un nuovo progetto europeo e con i partner di sempre, non ce la siamo fatta sfuggire.
Che cosa meglio della poesia si nutre e si pasce di questo impasto di oralità e scrittura, di arte e di tecnica, di emozione e pensiero, di solitudine e di condivisione, di quotidianità e di eccezionalità?
Senza nessuna pretesa di definirla, nella serata dell’8 aprile accoglieremo la poesia in tutte le sue più aperte e spericolate varianti, ci lasceremo trasportare “come un pezzo di ghiaccio su una piastra rovente” (Robert Frost).

Convivenza culturale
La poesia cammina per le strade è un’idea di poesia e di convivenza culturale. Una scelta di campo a favore della creatività, della mescolanza dei generi, degli stili, dei linguaggi. Contro il purismo e per la contaminazione. Un cantautore non è un poeta? Un writer non è un pittore? Un performer non è un (fine) dicitore? Può darsi, ma la città è ormai una distesa scritta, dipinta e parlata che chiede e merita libertà di espressione, confronto e contraddittorio. La qualità taglia trasversalmente i messaggi. E il messaggio è divenuto esso stesso il medium, quale che sia la forma e il supporto che lo riveste.

Tempo fa una scritta è apparsa sui muri della Bicocca: la poesia è trovar una parola, là dove il silenzio metterebbe un punto.

Appunto.

Bookcity Milano 2013, Dare voci alle passioni di lettura, con Luca Ferrieri

Sempre a Bookcity Milano 2013 – #BCM13 – il 24 novembre ci sarà “Dare voce alle passioni di lettura” l’incontro con Luca Ferrieri per presentare il suo fra l’ultimo libro letto e il primo nuovo da aprire. Letture e passioni che abitiamo, Olschiki Editore, del quale abbiamo parlato anche noi qualche settimana fa.

Continua a leggere Bookcity Milano 2013, Dare voci alle passioni di lettura, con Luca Ferrieri

Libri&Libertà: reading per la libertà di stampa e contro il ddl intercettazioni

Giovedì 8 luglio alle 21.00 in piazza XI febbraio a Cologno Monzese, la Biblioteca civica e Libreria Sicest organizzano il reading Libri&libertà.

L’iniziativa fa parte dei reading promossi da Giuseppe Laterza in difesa della libertà di stampa e contro il ddl sulle intercettazioni.

Fra le letture previste anche passi del Quaderno di José Saramago: sarà anche un’occasione, insomma, per ricordare lo scrittore portoghese morto il 18 giugno.

No al prestito a pagamento in biblioteca: a Milano giovedì 27 agosto

NO al prestito a pagamento in biblioteca
NO al prestito a pagamento in biblioteca

Giovedì 27 agosto ,alle 10 presso la Biblioteca Accursio (Piazzale Accursio 5, nelle immediate vicinanze dei locali della Fiera dove si svolge il congresso IFLAInternational Federation of Library Associations and Institutions) ci sarà un incontro sulla questione del prestito a pagamento in biblioteca e le altre conseguenze delle direttive europee sulla proprietà intellettuale.

Il programma:
1) Quadro delle diverse situazioni nei vari paesi con comunicazioni su Italia (a cura di Rosa Maiello), Spagna (a cura di Blanca Calvo), Portogallo (a cura di Vera Oliveira), Paesi Nordici (a cura di Mikael Böök), ecc.
2) Prospettive di resistenza e coesistenza: modifica della direttiva, moratoria, problemi di “gestione del pagamento del canone”, obiezione di coscienza, ecc.
3) La lotta contro il prestito a pagamento nella più generale questione dei diritti di proprietà intellettuale e della salvaguardia dei beni comuni
4) Ipotesi di costituzione di un coordinamento europeo, di un blog e mailing list.

in sintesi la questione:
Continua…

La nuova biblioteca di Cologno Monzese

Questa sera (22 maggio 2009) alle 21 si presenta il progetto della nuova Biblioteca di Cologno Monzese.

Presentazione del progetto, il 22 maggio, ore 21 a Cologno Monzese
Presentazione del progetto, il 22 maggio, ore 21 a Cologno Monzese

L’appuntamento è in Villa Casati (via Mazzini, 9) alle 21.

Ci sono i lettori,  i bibliotecari; e gli architetti che lavorano al progetto.
Si vedrà anche un brevissimo video.

PROGRAMMA DELLA SERATA

“La Biblioteca germoglia e… raddoppia”
(video 10’)
a cura di Studio Plunks
regia di Davide Menchetti

Introduzione e saluti
Sindaco di Cologno Monzese,
Assessore Cultura della Provincia di Milano,
Assessore alla Cultura di Cologno Monzese

Presentazione del progetto a più voci
Marco Dezzi Bardeschi, Architetto, Professore ordinario di Restauro Architettonico del Politecnico di Milano
Raffaella Magnano e Domenico Racca, Architetti , Studio AREAPROGETTI – TORINO
i bibliotecari e i lettori della Biblioteca Civica di Cologno Monzese

Piano operativo e tempi di realizzazione
Danilo Bettoni architetto. Dirigente Area Tecnica del Comune di Cologno Monzese

Da questa sera è aperta anche una mostra sulla lettura e la biblioteca

SALA MOSTRE – Villa Casati
dal 22 al 29 maggio 2009

sala1. Dare spazio alla lettura
sala 2. Dica trentatre (lo stato di “salute” dei nostri primi trent’anni)

orari: sabato dalle 17 alle 19
da lunedì a venerdì dalle 16,30 alle 19

Biblioteca, le meraviglie del prestito self service

Sabato pomeriggio, 28 febbraio 2009.
In bibilioteca a Cologno Monzese, negli scaffali i libri ordinati dalla classificazione decimale Dewey.
La classe 800 è Letteratura e Retorica. Ci si trovano quei libri che ti danno l’impressione di penetrare nei segreti di quel fenomeno che tanto ci piace: il romanzo, il racconto, visti quasi da un laboratorio artigianale, scomposti in elementi, analizzati. Bella sensazione.
Scorro i titoli e mi fermo su: Stefano Calabrese, www.letteratura.global, Einaudi. La classificazione esatta è 808.3 Cal (la classe specifica di 808.3 è “Rhetoric of fiction“). Leggi tutto il post

Beppe Sebaste, Panchine: si legge nel gruppo di lettura di Cologno Monzese


Beppe Sebaste Panchine (Laterza) è il prossimo libro del Gruppo di lettura di Cologno Monzese. La discussione si terrà giovedì 20 novembre alle 21 in biblioteca (mappa).

Il 4 dicembre invece, sempre in biblioteca a Cologno, ci sarà la discussione dedicata a Un giorno perfetto di Melania Mazzucco (Rizzoli). L’incontro serve per preparare la videoconferenza con il gruppo di lettura di Guadalajara.