Archivi tag: Ernest Hemingway

Ernest Hemingway, cinquanta anni fa

Ernest Hemingway descrisse il coraggio come “grace under pressure” e quando, il 2 luglio del 1961 – 50 anni fa esatti – si sparò una fucilata in bocca, in molti si chiesero come avesse potuto un uomo così, affascinato dal coraggio e dalla forza, arrivare al suicidio.

Milano, American Red Cross Hospital, Hemingway in convalescenza dopo la ferita rimediata a Fossalta di Piave l'8 luglio del 1918
Milano, American Red Cross Hospital, Hemingway in convalescenza dopo la ferita rimediata a Fossalta di Piave l'8 luglio del 1918

Le informazioni che abbiamo avuto poi sulla sua vita – la depressione, l’eccesso di alcol, l’insonnia, la difficoltà a scrivere in quei primi mesi degli anni Sessanta – resero meno inspiegabile il gesto (e del resto, chi può pretendere di spiegare il suicidio di un altro?).
Hemingway pubblicò sei romanzi, sei raccolte di racconti (considerati tra i migliori racconti mai scritti in lingua inglese), due libri di memorie.

Npr oggi lo ricorda riportando alcune righe di uno di questi racconti. Continua a leggere

Il Veneto di Hemingway: una mostra fotografica a 50 anni dalla morte dello scrittore

Cortina, Hotel Concordia, 12 ottobre 1948. Hemingway e Fernanda Pivano: in the room, with fruit, flowers and two bottles of Valpolicella. Photo by Ettore Sottsass/Fondazione Benetton Studi Ricerche
Cortina, Hotel Concordia, 12 ottobre 1948. Hemingway e Fernanda Pivano: in the room, with fruit, flowers and two bottles of Valpolicella. Photo by Ettore Sottsass/Fondazione Benetton Studi Ricerche

Il 2 luglio 2011 saranno 50 anni dalla morte di Ernest Hemingway. Per ricordare lo scrittore americano, l’Istituto veneto di Scienze Lettere ed Arti a Venezia ha organizzato una mostra con molti documenti, soprattutto fotografie, “Il Veneto di Hemingway”.

Continua a leggere

Il vecchio e il mare, Ernest Hemingway

Santiago è vecchio. E stanco. Ha una piccola barca a remi con una vela e vive di pesca.
Santiago è scalzo come il suo amico Manolo che vive di pesca come lui ai tropici, ma ha la giovinezza che lo sostiene ancora. Santiago è solo, ma non è solo. Manolo è l’unico che si prenda cura di lui e si preoccupi per lui. Tutti i giorni. Santiago gli dice di non preoccuparsi, che ce la farà.
Santiago va a pesca tutti i giorni, con la sua barchetta nell’immensità dell’oceano e ci insegna il rispetto per la natura e la tenacia nei confronti delle avversità della vita.
Grazie Santiago.

(Ernest Hemingway, Il vecchio e il mare, 1952)