Marcel Proust in un filmato del 1904

Marcel Proust, 1904, fermo immagine di un filmato pubblicato nel febbraio del 2017
Marcel Proust, 1904, fermo immagine di un filmato pubblicato nel febbraio del 2017

Emozionati per le immagini di Proust che scende le scale?
Diciamo che fa lo stesso effetto che potrebbe fare a un fan di un calciatore fenomenale vederlo camminare per la strada e non in campo: un uomo normale.
Sì insomma, irriverenza a parte, vedere uno scrittore non fa un grande effetto.

Nelle immagini del 1904 annunciate da uno studioso di letteratura, Jean-Pierre Sirois-Trahan, dell’Université Laval de Québec, vediamo Marcel Proust nel 1904, solo nove anni prima la pubblicazione di Dalla parte di Swann, il primo volume della Recherche.
Proust si vede al secondo numero 37. È al matrimonio di Armand de Guiche, un amico. Scende le scale, a destra della ripresa, vestito in modo meno formale – almeno per l’epoca – degli altri invitati. Continua a leggere Marcel Proust in un filmato del 1904

Annunci

Proust e la musica: un incontro a Cologno Monzese

Mercoledì 16 novembre alle ore 21 presso la Villa Casati di Cologno Monzese (Via Mazzini 9) si terrà l’incontro “A tempo di musica con Marcel Proust – Viaggio musicale lungo le pagine de La Ricerca del Tempo Perduto”. Continua a leggere Proust e la musica: un incontro a Cologno Monzese

Leggere Proust non mi ha reso una persona migliore

Entrare nella Recherche è come vaccinarsi contro l’esibizione sociale e narcisistica della lettura

David Park, Boston Street Scene, 1954
David Park, Boston Street Scene, 1954 (WikiArt, Fair Use)

Nel sesto volume della Recherche, Albertine è scomparsa, Proust fa dire al Narratore un pensiero che è una sintesi/premessa di tutta la sua idea della relazione fra l’interiorità sua propria, vera protagonista dell’opera, e gli altri esseri umani:

“I legami fra un essere e noi non esistono che nel nostro pensiero. L’affievolirsi della memoria li allenta, e a dispetto dell’illusione di cui vorremmo esser vittime e di cui, per amore, per amicizia, per cortesia, per rispetto umano, per dovere, rendiamo vittime gli altri, è da soli che esistiamo. L’uomo è l’essere che non può uscire da sé, che non conosce gli altri se non in sé; e, se dice il contrario, mente.”

Non ho ovviamente l’ardire di discutere il pessimismo di Proust (o meglio del suo narratore). Mi interessa invece considerare questa idea, almeno per un momento, come una delle chiavi di lettura di tutta l’opera.

Continua a leggere Leggere Proust non mi ha reso una persona migliore

Proust, Recherche, La prigioniera, il 27 aprile

Il 27 aprile ci sarà l’incontro sul quinto volume della Recherche di Marcel Proust, La prigioniera.

È il primo libro dell’immenso sforzo di Proust, uscito dopo la sua morte. In un certo senso, è meno suo. Perché non ha potuto curarlo fino alla pubblicazione, e sappiamo quanta cura ci mettesse, quanta passione, quanti ripensamenti e pignolerie.

La Prigioniera esce dieci anni dopo Swann, nel 1923. Continua a leggere Proust, Recherche, La prigioniera, il 27 aprile

Gdl di Cologno Monzese, gli incontri di febbraio (Ángeles Caso) e marzo (Proust)

Ciao a tutti, questo il calendario delle prossime riunioni del gruppo di lettura di Cologno Monzese (o forse dovremmo dirlo al plurale gruppi di lettura)

Mercoledì 17 febbraio, ore 21.00, Ángeles Caso, Un lungo silenzio (copie disponibili in biblioteca)
Mercoledì 16 marzo, ore 21.00: Proust, volume 4, Sodoma e Gomorra.

Come sempre sono incontri aperti a tutti. Anche a chi non ha mai partecipato e a chi non ha letto i libri in questione.

info: gruppodilettura@gmail.com

Proust, Recherche, Guermantes il 14 gennaio

marcel-proust
Marcel Proust, elaborazione Pixlr

Ricordiamo a tutti che giovedì 14 gennaio a Cologno Monzese, in biblioteca, ci sarà l’incontro del Gruppo di lettura su Proust,  À la recherche du temps perdu.

In particolare discuteremo del terzo volume, La parte di Guermantes.

Come sempre, l’incontro è aperto a tutti, anche a chi non ha letto Proust e magari non ha nemmeno intenzione di leggerlo.

Proust, corpo a corpo pieno di tensioni

Marcel Proust
Marcel Proust, illustrazione: Wesley Merritt/The Telegraph

INTERVISTA A UN LETTORE DELLA RECHERCHE, PARTE TERZA

** Dunque, a che punto siamo?

Siamo al terzo volume, La parte di Guermantes: io ho letto più o meno la metà di questa parte.

** Più che altro vorrei subito capire se è cambiata la tua lettura nel corso dei tre volumi che hai letto.

Sì ecco questo mi sembra davvero un passaggio importante. La maturazione del lettore della Recherche. Diventa un lettore sempre più consapevole, più attento, credo anche più critico, proprio nel senso che non si limita ad accettare tutto come se fosse un blocco senza pieghe e ombre.
Continua a leggere Proust, corpo a corpo pieno di tensioni