Antonio Gibelli, La Guerra Grande. Storie di gente comune 1914-1919

Ci avviciniamo al centenario dello sciagurato ingresso dell’Italia nella prima guerra mondiale (il patto di Londra è del 26 aprile 1915, l’ingresso ufficiale nel conflitto il 24 maggio) e viene a proposito questa lettura di Antonio Gibelli, La Guerra Grande. Storie di gente comune 1914-1919, Laterza 2014.

soldati-italiani-prima-guerra-mondiale

Uscito nell’autunno dello scorso anno, questo lavoro –  di uno dei nostri maggiori storici italiani della prima guerra mondiale, riconosciuto come tale anche a livello europeo – è costruito sulle “scritture di guerra” di gente comune, travolta e coinvolta dall’evento definitivo della modernità europea.
Continua a leggere Antonio Gibelli, La Guerra Grande. Storie di gente comune 1914-1919

I libri più belli secondo García Márquez

I libri che leggiamo durante la nostra vita sono dei piccoli mattoni che costruiscono la nostra storia, delle travi di sostegno della nostra personalità. È così che, come ci consiglia Maria Popova su Brainpickings, sapere quali sono stati i libri più belli, più importanti per uno scrittore può dirci molto di lui. Soprattutto se quello scrittore è Gabriel García Márquez.

– Leggete anche: Voi come avete letto García Márquez?

Continua a leggere I libri più belli secondo García Márquez

Libri irrilevanti, non vi leggiamo!

Il lettore è uno spirito critico. È estraneo all’entusiasmo missionario della “promozione del libro, basta che sia un libro”

La mail del blog riceve parecchie proposte di “leggere il mio nuovo libro”. Vale a dire autori, più o meno esordienti, che invitano a infilarsi nella lettura della loro opera.

san-diego-aerospace

Massimo rispetto. Per gli autori e per gli editori che li pubblicano.
Però l’entusiasmo e la passione per i libri porta con sé anche un’ambiguità che non sempre abbiamo il coraggio di formulare:  Continua a leggere Libri irrilevanti, non vi leggiamo!

I libri più belli, letti nel 2015

Non c’è più molto da dire, quando mi trovo ad avviare questo post, con i libri più belli, letti nel corso dell’anno, in questo caso nel 2015.

Liseuse de Roman (Lettrice di romanzo), di Vincent Van Gogh (1888)
Liseuse de Roman (Lettrice di romanzo), di Vincent Van Gogh (1888)

Non c’è molto da dire. Perché sono i lettori a rendere questi post, anno dopo anno, laboratori belli e straordinari delle abitudini di lettura e di condivisione della lettura, di molte persone ricche di idee e di passione.

Mi limito quindi a ricordare la regola di base che ispira il post:
Continua a leggere I libri più belli, letti nel 2015

Gadda: Giornale di guerra e di prigionia. Grande guerra ideologica di uno scrittore

L’amore astratto e acritico per il conflitto incrocia il talento della scrittura in un concentrato delle contraddizioni che segneranno i lavori futuri dell’autore

Carlo Emilio Gadda
Carlo Emilio Gadda

Un incrocio appassionante fra letteratura e storia al gruppo di lettura di Cologno Monzese, il 20 marzo.
Carlo Emilio Gadda con il suo diario della prima guerra mondiale: Giornale di guerra e di prigionia.
Un libro che non è stato concepito come libro. Diari quotidiani con annotazioni di ogni tipo, presi su quaderni ordinati e precisi ma senza organizzazione, successiva, in forma narrativa.

Continua a leggere Gadda: Giornale di guerra e di prigionia. Grande guerra ideologica di uno scrittore

Un diario, il mondo visto da (troppo) vicino

Quel che ci inquieta nei diari, forse, è l’assenza. L’assenza di:
– “senno di poi”;war
– di contesto adeguato;
– in fondo, di possibilità di spiegare; è un pezzo di mondo, detto più che narrato, che fatica a trovare il suo posto nella storia;
Continua a leggere Un diario, il mondo visto da (troppo) vicino

Gruppo di lettura di Cologno: rinviata di una settimana la riunione sulla prima guerra mondiale

Soldati austriaci sulle Alpi (Wikimedia Commons)
Soldati austriaci sulle Alpi (Wikimedia Commons)

Ciao a tutti,
Per una serie di motivi sui quali non sto ad annoiarvi,
– la riunione del gruppo di lettura di Cologno Monzese, prevista per il 12 marzo – dedicata alla discussione dei libri di Carlo Emilio Gadda, Giornale di Guerra e di prigionia, e di Gipi, una storia, – viene rinviata di una settimana;
– si terrà dunque giovedì 19 marzo, sempre alle 21 e sempre alla Biblioteca civica di Cologno Monzese, piazza Mentana 1.
La discussione dei due libri è parte del ciclo dedicato all’Italia nella prima guerra mondiale.